Il Comune Turismo & Eventi
Approfondimenti
Portale Fondazione Turistica Misano Adriatico

Informazioni, luoghi, eventi per la vacanza a Misano Adriatico 

Biblioteca e Cultura

Vai al portale della “Cultura a Misano Adriatico” con tutti i servizi e le iniziative organizzate dalla nostra biblioteca comunale

Progetto partecipativo “MISANO PER L'INCLUSIONE SOCIALE”

Progetto partecipativo “MISANO PER L'INCLUSIONE SOCIALE”

SUAP

Sportello Unico per le Attività Produttive: vai al portale con tutte le informazioni per le aziende e le imprese

Sistema Informativo Territoriale
Calcolo IMU e stampa F24

Clicca sull'immagine e collegati alla pagina per calcolare la tua IMU

Imposta Di Soggiorno
Insieme a pesca di emozioni

E' un progetto a favore di giovani finalizzato all'inclusione sociale.

Leggi tutto cliccando sull'immagine

I Relatori

Alle conferenze organizzate da Gustavo Cecchini per la Biblioteca Comunale hanno partecipato 83 relatori.

Potete vedere la scheda del relatore cliccando sul nome nell'elenco qui sotto.

Alberto Abruzzese Khaled Fouad Allam
Vittorino Andreoli
Halton Arp Alberto Bagnai
John D. Barrow
Cristiano Batalli Cosmovici Enrico Bellone Sergio Benvenuto
Gianluca Bocchi Remo Bodei Alberto Bolognesi
Edoardo Boncinelli Paolo Bozzi Luigino Bruni
Massimo Cacciari Massimo Calvano Florinda Cambria
Massimo Capaccioli Franco Cardini Aldo Carotenuto
Franco Cassano Adriana Cavarero Ermanno Cavazzoni
Giorgio Celli Pier Luigi Celli Carlo Clericetti
Arnaldo Colasanti
Gherardo Colombo
Gilberto Corbellini
George V. Coyne
Paolo Crepet
Umberto Curi
Alessandro Dal Lago
Fernando De Felice
Erri De Luca
Roberta De Monticelli
Duccio Demetrio
Ilvo Diamanti

Ivano Dionigi

Massimo Dona'
Roberto Escobar
Roberto Esposito Paolo Fabbri Fiorenzo Facchini
Maurizio Ferraris Marcello Fois Carlo Formenti
Diego Fusaro Nadia Fusini Umberto Galimberti
Aldo Giorgio Gargani Cecilia Gatto Trocchi Dori Ghezzi
Giancarlo Ghirardi Giulio Giorello Mariangela Gualtieri
Giulio Guidorizzi Marco Guzzi Franco La Cecla
Elena Liotta Luigi Lombardi Vallauri  
Romano Madera Nicola Mai Tomas Maldonado
Vito Mancuso Michele Mari Gianfranco Marrone
Michela Marzano Antonio Melis Luca Mercalli
Sergio Moravia Salvatore Natoli Edoardo Nesi
Piergiorgio Odifreddi Alberto Oliverio Anna Oliverio Ferraris
Ernesto Olivero Nuccio Ordine  
Franco Pacini Maurizio Pallante  
Renzo Paris Antonio Pascale Giangiorgio Pasqualotto
Gianfranco Pasquino Silvano Petrosino
Ruggero Pierantoni
Fernanda Pivano Paolo Portoghesi Antonio Prete
Quirino Principe Lidia Ravera Erasmo Recani
Marco Revelli Claudio Rise' Martino Rizzotti
Michele Serra Errante Emanuele Severino Igor Sibaldi
Carlo Sini Walter Siti Andrea Tagliapietra
Enzo Tiezzi Giuliano Toraldo Di Francia Armando Torno
Marco Vannini Gianni Vattimo
Salvatore Veca Silvia Vegetti Finzi  
Marcello Veneziani Walter Veltroni Vincenzo Vitiello
Roberto Volpi Maurizio Viroli Stefano Zamagni
Stefano Zecchi Antonino Zichichi Luigi Zoja
Khaled Fouad Allam

Khaled Fouad Allam, è nato a Tlemcen in Algeria, residente in Italia dal 1982, dopo aver vissuto in Marocco, Algeria e Francia, cittadino italiano dal 1990.

Docente di Sociologia del mondo musulmano e di Storia e istituzioni dei paesi islamici all'università di Trieste e di Islamistica all'università di Urbino. Si occupa da anni di Islam contemporaneo, di questioni relative all’immigrazione e ai nuovi diritti di cittadinanza

E’ stato esperto presso il Consiglio d'Europa sull'immigrazione e le nuove cittadinanze. E’ editorialista de "La Stampa" e consulente scientifico della Fiera del Libro di Torino. Membro dell'esecutivo nazionale dei Verdi.

 

Bibliografia

Lo spazio europeo dell'Islam, (in collaborazione con Caterina Lattes), Milano, 1994.

Islam, (con Claudio Lo Jacono, Alberto Ventura ; a cura di Giovanni Filoramo), Roma, 1999.

L'Islam globale (Milano : Rizzoli, 2002)

La solitudine dell'Occidente (Milano : Rizzoli, 2006)

L'Islam spiegato ai leghisti (Milano : Piemme, 2011)

 

Sito web: http://www.hamza.it/fouadallam.htm

Sergio Benvenuto

Sergio Benvenuto (Napoli 1948) è ricercatore presso l'Istituto per le Scienze e le Tecnologie della Cognizione del CNR di Roma. Si è occupato in particolare di teoria psicoanalitica, di filosofia delle scienze sociali e del dibattito sul relativismo culturale. Collabora con diverse riviste di psicologia e filosofia, tra cui Differentia (New York), Aut aut (Milano), Lettre Internationale (edizioni francese, tedesca, spagnola, ungherese e italiana), Transeuropéennes (Paris), Zona Erogena (Buenos Aires), Telos (New York). Dirige il Journal of European Psychoanalysis.

 

Tra le sue pubblicazioni:

"Dicerie e pettegolezzi" (Il Mulino, 2000),

"Un cannibale alla nostra mensa" (Dedalo, 2000),

"Perversioni. Sessualità, etica, psicoanalisi" (Bollati Boringhieri, 2005)

"Accidia : la passione dell'indifferenza" (Il mulino, 2008)

"La gelosia" (Il mulino, 2011)

Remo Bodei

Remo Bodei, nato a Cagliari nel 1938, è professore ordinario di Storia della filosofia all'Università di Pisa, dopo essere stato a lungo alla Scuola Normale Superiore della stessa città. Ha studiato e insegnato in diverse università e istituzioni culturali europee (università di Freiburg i. B., Heidelberg, Parigi, Ginevra, King's College - Cambridge, Université Libre de Bruxelles, Universitat de Girona) e americane (Ottawa University, Toronto University, New York University, Universidad Nacional Autónoma de México). Dal 1992 è Recurrent Visiting Professor presso la University of California, Los Angeles.

Tra i massimi esperti delle filosofie dell’idealismo classico tedesco e dell’eta' romantica, si e' occupato anche di pensiero utopico e di forme della temporalita' nel mondo moderno. In una serie di lavori ha inoltre indagato il costituirsi delle filosofie e delle esperienze della soggettivita' tra mondo moderno e contemporaneo, pervenendo a una riflessione critica sulle forme dell’identita' individuale e collettiva. E' membro del Comitato Scientifico del Consorzio per il Festivalfilosofia.

 

Bibliografia

Beati i miti, perché avranno in eredità la terra (con Sergio Givone) (Lindau, 2013)

Ira. La passione furente (Il mulino 2011)

La vita delle cose (Laterza 2009)

Paesaggi sublimi: gli uomini davanti alla natura selvaggia (Bompiani 2008)

Piramidi di tempo: storie e teoria del deja' vu (Il Mulino 2006)

Una scintilla di fuoco (Zanichelli 2005)

Enciclopedia di filosofia (Garzanti 2004, 3 ed. ampliata e aggiornata)

Filosofia (Bompiani 2003)

Cosmo, Corpo, Cultura (Mondadori 2002)

Destini personali (Feltrinelli 2002)

Il dottor Freud e i nervi dell’anima (Donzelli 2001)

I senza Dio (Morcelliana 2001)

Le logiche del delirio (Laterza 2000)

Il noi diviso (Einaudi 1998)

Geometria delle passioni (Feltrinelli 1991)

Ordo Amoris. Conflitti terreni e felicit? celeste (Il Mulino 1991)

Scomposizioni. Forme dell’individuo moderno (Einaudi 1987)

Edoardo Boncinelli

Edoardo Boncinelli e' professore di Biologia e Genetica presso l'Università Vita-Salute di Milano. E' stato Direttore della SISSA, la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, dopo essere stato Capo del Laboratorio di Biologia Molecolare dello Sviluppo presso il Dipartimento di Ricerca Biologica e Tecnologica dell'Istituto Scientifico San Raffaele di Milano. Fisico di formazione, si e' dedicato allo studio della genetica e della biologia molecolare degli animali superiori e dell'uomo prima a Napoli, presso l'Istituto Internazionale di Genetica e Biofisica (IGB) del CNR, dove ha percorso le tappe fondamentali della sua carriera scientifica, e poi a Milano. E' membro dell'Academia Europaea e dell'EMBO, l'Organizzazione Europea per la Biologia Molecolare, ed e' stato Presidente della Societa' Italiana di Biofisica e Biologia Molecolare. Nel 2005 ha ricevuto l'EMBO Award for Communication in the Life Sciences.

 

I suoi campi di studio sperimentale, tutti attinenti allo sviluppo embrionale, sono andati dalla primissima determinazione dell'asse corporeo alla strutturazione della corteccia cerebrale. Sulla scia di tali studi i suoi interessi culturali si sono andati progressivamente spostando verso le neuroscienze e l'indagine delle funzioni mentali superiori.

 

E' autore di molti libri di divulgazione scientifica nel campo della genetica, della teoria dell’evoluzione biologica e delle neuroscienze. Collabora con Le Scienze e il Corriere della Sera.

 

 

Bibliografia

La scienza non ha bisogno di Dio (Rizzoli, 2012)

La vita della nostra mente (Laterza,  2011)

Mi ritorno in mente (Longanesi, 2010)

Lettera a un bambino che vivrà 100 anni (Rizzoli, 2010)

Perché non possiamo non dirci darwinisti (Rizzoli, 2009)

I miei lirici greci. 365 giorni di poesie (San Raffaele, 2008)

L'etica della vita. Siamo uomini o embrioni (Rizzoli, 2008)

Dal moscerino all’uomo: una stretta parentela (Sperling e Kupfer, 2007 con Chiara Tonelli)

Il male: storia naturale e sociale della sofferenza (Mondadori, 2007)

L'anima della tecnica (Rizzoli 2006)

La magia della scienza (Archinto 2006)

Prima lezione di biologia (Laterza 2005)

Verso l'immortalità? La scienza e il sogno di vincere il tempo (con G. Sciarretta, Milano 2005)

Il posto della scienza. Realtà, miti, fantasmi (Milano 2004)

Io sono, tu sei. L'identità e la differenza negli uomini e in natura (Milano 2002)

Genoma. Il grande libro dell'uomo (Milano 2002)

Luigino Bruni

Luigino Bruni (Ascoli Piceno, 30 maggio 1966), è Professore Associato in Economia Politica al Dipartimento di Economia Politica dell’

Università Milano Bicocca ed all’Istituto Universitario Sophia di Loppiano (FI). Dopo la Laurea in Economia ad Ancona nel 1989, ha conseguito un dottorato nel 1998 in Storia del Pensiero Economico presso l’Università di Firenze, ed un secondo PhD n

el 2004 in Economics presso l’ Università di East Anglia (UK).

E’ vicedirettore del Centro interdisciplinare e interdipartimentale CISEPS; e’ vicedirettore del Centro interuniversitario di ricerca sull'etica d'impresa Econometica; è coordinatore del progetto Economia di Comunione e membro del comitato etico di Banca Etica.

Negli ultimi 15 anni il campo di ricerca di Luigino Bruni ha coperto molti ambiti, dalla Microeconomia, all’Etica ed Economia, alla Storia del Pensiero Economico e dalla Metodologia in Economia alla Socialità e Felicità in Economia. Recentemente i suoi

interessi si sono rivolti all’Economia Civile ed alle categorie economiche ad essa collegate quali Reciprocità e Gratuità.  Attualmente la sua ricerca si è focalizzata sul ruolo della motivazione intrinseca nella vita civile e economica.

 

Libri pubblicati:

Economia con l'anima (Emi, 2013)

Le prime radici : la via italiana alla cooperazione e al mercato (Trento : Il margine, 2012)

Le nuove virtù del mercato : nell'era dei beni comuni (Città nuova, 2012)

L’ethos del mercato (Mondatori, 2010)

Dizionario di Economia Civile, con S.Zamagni (Città Nuova, 2009)

L'impresa civile (Egea, 2009).

Benedetta Economia, con A. Smerilli (Città Nuova, 2008)

La ferita dell'altro. Economia e relazioni umane (Il Margine, 2007)

Civil Economy, con S. Zamagni, Peter Lang (Oxford, 2007)

Il prezzo della gratuità (Città Nuova, 2006)

Reciprocità. Cooperazione economia società civile (Mondadori, 2006)

Massimo Cacciari

Massimo Cacciari nasce a Venezia il 5 giugno 1944. Si laurea in filosofia all'Università di Padova con una tesi sulla Critica del giudizio di Immanuel Kant, avendo come relatore Sergio Bettini. Attualmente insegna Pensare filosofico e metafisica presso la Facoltà di Filosofia dell'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Ha rivolto la sua attenzione alla crisi dell’idealismo tedesco e dei sistemi dialettici, valorizzando la critica della metafisica occidentale propria di Nietzsche e di Heidegger e seguendo la genealogia del pensiero nichilistico nei classici della mistica tardo-antica, medievale e moderna.

 

Bibliografia

Tra le sue opere recenti:

Della cosa ultima (Milano 2004);

Dallo Steinhof. Prospettive viennesi del primo Novecento (Milano 2005);

Tre icone (Milano 2007);

La città (Rimini 2009);

Hamletica (Milano 2009);

Il dolore dell’altro. Una lettura dell’Ecuba di Euripide e del Libro di Giobbe (Caserta 2010)

I comandamenti. Io sono il Signore Dio tuo (Il Mulino, 2010)

I comandamenti. Ama il prossimo tuo (Il Mulino, 2011)

Doppio ritratto. San Francesco in Dante e Giotto (Adelphi, 2012)

Il potere che frena: saggio di teologia politica (Adelphi, 2013)

Labirinto filosofico (Adelphi, 2014)

Re Lear: padri, figli, eredi (Edizioni saletta dell'Uva, 2015)

Franco Cassano

Franco Cassano (Ancona, 3 dicembre 1943) è un sociologo e politico italiano.

Professore ordinario di Sociologia e Sociologia dei Processi culturali e comunicativi all'Università degli Studi di Bari Aldo Moro, all'attività accademica affianca quella di saggista ed editorialista.

Molti suoi saggi sono comparsi su riviste italiane e straniere. E' stato direttore del Centro Interdipartimentale di ricerche sulla pace dell'Università di Bari, ha diretto la Rassegna Italiana di Sociologia ed è stato presidente di Città Plurale, associazione per la cittadinanza attiva.

Il suo interesse per Leopardi è di lungo periodo e nasce dalla convinzione che oggi l'opera dello scrittore-poeta di Recanati costituisca uno strumento essenziale per orientarsi criticamente nel mondo. Lungi dall'essersi allontanato nel tempo, l'ammonimento a diffidare delle "magnifiche sorti e progressive" e della boria del "secol superbo e sciocco", il suo appello a serrarsi in social catena costituisce un messaggio che, al di là di ogni nichilismo, illustra i dilemmi di fronte ai quali si trova oggi il genere umano.

 

 

Bibliografia

Tra le sue pubblicazioni:

Partita doppia : appunti per una felicità terrestre (Il mulino, 2012)

L'umiltà del male (GLF editori Laterza, 2011)

Il pensiero meridiano (GLF Editori Laterza, 2011)

Tre modi di vedere il Sud (Il mulino, 2009)

L’alternativa mediterranea (Feltrinelli 2008)

Homo civicus. La ragionevole follia dei beni comuni (Dedalo 2004)

Approssimazione. Esercizi di esperienza dell’altro (Il mulino 2003)

Oltre il nulla: Studio su Giacomo Leopardi (Laterza 2003)

Modernizzare stanca (Il Mulino 2001)

Adriana Cavarero

Adriana Cavarero è professoressa di Filosofia politica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Verona. Tra le fondatrici del pensiero della differenza sessuale, nelle sue ricerche ha fatto emergere le irrisolte questioni di genere nella tradizione filosofica. Le sue ultime riflessioni vertono, da un lato, sul significato della narrazione e dell'espressione vocale nella costituzione dell'identità e, dall'altro, sulle pratiche di violenza collettiva legate alle trasformazioni della guerra contemporanea.

 

Bibliografia

Fra le sue opere:

Corpo in figure (Feltrinelli 1995)

Tu che mi guardi, tu che mi racconti (Feltrinelli 1997)

A più voci (Feltrinelli 2003)

Il femminile negato (Pazzini 2007)

Orrorismo ovvero, Della violenza sull'inerme (Feltrinelli 2007)

Nonostante Platone (Ombre corte 2009)

 

Fra i saggi ed articoli:

Per una teoria della differenza sessuale, in AA.VV., Diotima

Il pensiero della differenza sessuale, La Tartaruga, 1987

La passione della differenza, in Storia delle Passioni, a cura di S. Vegetti Finzi, Laterza, 1995

Il bene nella filosofia politica di Platone e di Aristotele, in "Filosofia politica", 2(1988)

Il modello democratico nell'orizzonte della differenza sessuale in "Democrazia e diritto", 2(1990)

Hannah Arendt: la libertà come bene comune in "Democrazia e diritto" 5-6(1991)

Birth, Love, Politics, in "Radical Philosophy" 86(1997)

Pier Luigi Celli

Pier Luigi Celli (Verucchio, 8 luglio 1942) è un imprenditore, dirigente d'azienda, saggista e scrittore italiano. È direttore generale dell'università Luiss Guido Carli di Roma e membro dei consigli di amministrazione di Illy, Unipol, BAT e Demoskopea.

Laureatosi in Sociologia all’Università di Trento, ha maturato significative esperienze come responsabile della gestione, organizzazione e formazione delle risorse umane in grandi gruppi, quali Eni, Rai, Omnitel, Olivetti ed Enel.

Nell'aprile 2012 e' stato nominato dal Consiglio dei ministri presidente dell'Enit, l'Agenzia nazionale del turismo.

 

Bibliografia

Tra le sue numerose pubblicazioni:

L’illusione manageriale (Laterza 1997)

Passioni fuori corso (Mondadori 2000)

Breviario di cinismo ben temperato (Fazi 2002)

Nascita e morte di un’impresa in 42 lettere (Sellerio 2003)

Impresa e classi dirigenti (Baldini Castoldi 2004)

Un anno nella vita (Sellerio 2006)

Le virtù deboli (Apogeo 2007)

Comandare è fottere (Mondadori 2008)

Come si maneggia il mondo? (Alberticastelvecchi 2009)

Altri esercizi di pentimento (Aliberti 2009)

Coraggio, don Abbondio (Aliberti 2009)

La generazione tradita. Gli adulti contro i giovani (Mondadori 2010)

I capi. L'arte del comando spiegata al popolo (Aliberti 2011)

Il cuore ha le sue ragioni (Piemme 2011)

L'impresa vista dai perdenti (Aliberti 2011)

Arnaldo Colasanti

Arnaldo Colasanti (Fiuggi, 1 agosto 1957) è uno scrittore e critico letterario italiano, vincitore del Premio Grinzane Cavour.

Redattore della rivista Poesia, diventa condirettore di Nuovi Argomenti, interessandosi in modo preponderante di letteratura italiana e francese. È professore a contratto nella facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Roma "Tor Vergata". Nel 2007 è stato direttore del Premio Grinzane Cavour - Stresa. Nell'ambito del suo interesse per la letteratura francese ha pubblicato vaste e approfondite prefazioni ai Romanzi di Guy de Maupassant, (1994) e al Malato immaginario di Molière (1995).

E' direttore artistico di "Babel - festival della parola in Valle d'Aosta" nelle edizioni 2010, 2011 e 2012.

 

Bibliografia

A giorno chiaro. Ritratti di poesia italiana (Rotundo), (1992)

Novanta. Il conformismo della cultura italiana (Fazi), (1996)

Decalogo (Rizzoli, (1997)

Gatti e scimmie (Rizzoli), (2001)

La prima notte solo con te (Mondadori), (2010)

Umberto Curi

Umberto Curi, nato a Verona il 4 settembre 1941, è professore ordinario di Storia della Filosofia e Direttore del Centro Interdipartimentale di ricerche in Storia e Filosofia della scienza presso l'Università di Padova.

Dal 1994 al 2008 è stato Preside del corso di laurea in Filosofia presso la stessa Università. Visiting Professor presso le Università di Los Angeles e di Boston, ha tenuto lezioni e conferenze presso presso numerosi atenei europei e americani. E’

membro del Comitato scientifico dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, del Consiglio Scientifico del Centro di

Ecologia Umana dell’Università di Padova. Dal 1985 al 1995 è stato membro del Consiglio direttivo della Biennale di Venezia.

Ha diretto per tre anni il progetto televisivo “Mondo3” per Rai Educational.Fa parte del Comitato Direttivo della rivista internazionale "Iris" (Firenze University Press). E’ editorialista politico del “Corriere della sera”, edizione del Veneto.

 

Nei suoi studi si è occupato della storia dei mutamenti scientifici per ricostruirne l’intima dinamica epistemologica e filosofica. Più di recente si è volto a uno studio della tradizione filosofica imperniato sulla relazione tra dolore e conoscenza e sui concetti di logos, amore, guerra e visione.

 

Tra le sue pubblicazioni:

Meglio non essere nati. La condizione umana tra Eschilo e Nietzsche (Torino 2008);

Miti d’amore. Filosofia dell’eros (Milano 2009);

Straniero (Milano 2010),

Via di qua. Imparare a morire (Torino 2011)

L'apparire del bello : nascita di un'idea (Bollati Boringhieri, 2013)

Passione (Raffaello Cortina, 2013)

Prolegomeni per una popsophia (Mimesis, 2013)

La porta stretta : come diventare maggiorenni (Bollati Boringhieri, 2015)

Endiadi : figure della duplicità (Raffaello Cortina, 2015)

I figli di Ares : guerra infinita e terrorismo (Castelvecchi, 2016)

Erri De Luca

Erri De Luca (Napoli 1950) a 18 anni vive in prima persona la stagione del ‘68, aderendo al movimento “Lotta continua”. Poi sceglie di esercitare diversi mestieri manuali muovendosi tra l’Africa, la Francia ed l’Italia ora come autista di camion, ora come operaio, ora come muratore. Parallelamente studia da autodidatta l’ebraico, traducendo alcuni libri della Bibbia. Lo scopo di queste traduzioni, che De Luca chiama “traduzioni di servizio” (e che sono apprezzate anche dagli specialisti), non è quello di fornire il testo biblico in lingua facile o elegante, ma di riprodurlo nella lingua più simile e più obbediente all’originale ebraico. Giornalista impegnato politicamente, Erri De Luca è opinionista de Il Manifesto e di Repubblica.

 

Bibliografia

Chisciotte e gli invincibili. Il racconto, i versi, la musica: uno spettacolo (Fandango 2007)

Sottosopra. Alture dell'Antico e del Nuovo Testamento (Mondadori 2007)

In nome della madre (Feltrinelli 2006)

Morso di luna nuova. Racconto per voci in tre stanze (Mondadori 2005)

Solo andata. Righe che vanno troppo spesso a capo (Feltrinelli 2005)

Sulla traccia di Nives (Mondadori 2005)

Mestieri all'aria aperta. Pastori e pescatori nell'Antico e nel Nuovo Testamento (Feltrinelli 2004)

Il contrario di uno (Feltrinelli 2003)

Opera sull'acqua e altre poesie (Einaudi 2002)

Montedidio (Feltrinelli 2001)

Tu, mio (Feltrinelli 1998)

Aceto, arcobaleno (Feltrinelli 1992)

Non ora non qui (Feltrinelli 1989)

Duccio Demetrio

Duccio Demetrio è un accademico e scrittore italiano. Già professore ordinario di Filosofia dell'educazione e di Teorie e pratiche della narrazione, è ora direttore scientifico della Libera università dell' Autobiografia di Anghiari, da lui fondata nel 1998 con Saverio Tutino, della Scuola di ecologia narrativa e di "Accademia del silenzio".

Si occupa di pedagogia sociale, educazione permanente, educazione interculturale ed epistemologia della conoscenza in età adulta.

Dirige la rivista Adultità (Guerini Edizioni).

 

È autore di numerosi testi:

La religiosità della terra : una fede civile per la cura del mondo - Milano : Raffaello Cortina, 2013

Senza figli : una condizione umana (e Francesca Rigotti) - Milano : Raffaello Cortina, 2012

Perché amiamo scrivere : filosofia e miti di una passione - Milano : Raffaello Cortina, 2011

L'interiorità maschile : le solitudini degli uomini - Milano : Raffaello Cortina, 2010

L'educazione non è finita : idee per difenderla - Milano : Raffaello Cortina, 2009

Filosofia del camminare : esercizi di meditazione mediterranea - Milano : R. Cortina, 2005

Ilvo Diamanti

Ilvo Diamanti è Professore di Scienza Politica all'Università di Urbino dove dirige il laboratorio di Studi Politici e Sociali. Da molti anni tiene un corso di Sistemi Politici Comparati alla seconda università di Parigi Pantheon-Assas. I suoi interessi di studio si concentrano sui nuovi soggetti politici in Italia, la questione settentrionale e le fratture territoriali, il tema delle generazioni, l'identità e la cittadinanza in Europa. Collabora, come editorialista e analista di fenomeni sociopolitici, al quotidiano La Repubblica.

 

Bibliografia

Fra le sue pubblicazioni ricordiamo:

La Lega (Donzelli 1993)

Cultura e sviluppo (Meridiana libri 1995)

Il male del Nord (Donzelli 1993)

Politica all'italiana (Il sole 24 ore 2001)

Mappe dell'Italia politica (Il mulino 2009)

Sillabario dei tempi tristi (Feltrinelli 2009)

Massimo Dona'

Massimo Donà (nato a Venezia il 29 ottobre 1957), oltre che musicista, è professore ordinario di Filosofia Teoretica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università San Raffaele di Milano.

 

Dopo essersi laureato nel 1981 con Emanuele Severino, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Venezia, inizia a pubblicare diversi saggi per riviste e volumi collettanei, partecipando, lungo il corso degli anni ’80, a diversi Convegni e Seminari in diverse città italiane. A partire dalla fine degli anni ’80, collabora con Massimo Cacciari presso la Cattedra di Estetica dello IUAV (Venezia) e coordina per alcuni anni i Seminari dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Venezia. Sempre a partire dalla fine degli anni ’80, inizia la sua collaborazione con la rivista di Architettura “ANFIONE-ZETO”, della quale dirige ancora oggi la rubrica THEOREIN. In quegli stessi anni, fonda, con Massimo Cacciari e Romano Gasparotti, la rivista PARADOSSO. Negli anni ’90, invece, insegna Estetica presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia; sino a quando diventa Professore Ordinario di Teoretica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute del San Raffaele di Milano. E’ inoltre curatore, sempre con Romano Gasparotti e Massimo Cacciari, dell’opera postuma di Andrea Emo. Ha scritto diversi saggi e articoli per Riviste, Settimanali e Quotidiani di vario genere. E, oltre ad aver inciso alcuni CD come trombettista e leader di un proprio gruppo, ha pubblicato, tra gli altri, i seguenti volumi:

 

Bibliografia

Tra le opere più recenti:

L’essere di Dio. Trascendenza e temporalità, Albo Verrsorio, Milano 2007

Dio-Trinità. Tra filosofi e teologi (con Piero Coda), Bompiani, Milano 2007

Arte e filosofia, Bompiani, Milano 2007

L’anima del vino. Ahmbè (libro + cd musicale), Bompiani, Milano 2008

Non uccidere (con Enrico Ghezzi), Albo Versorio, Milano 2008

L’aporia del fondamento (seconda edizione aggiornata e ampliata), Mimesis, Milano-Udine 2008

La “Resurrezione” di Piero della Francesca, Mimesis, Milano-Udine 2009

I ritmi della creazione. Big Bum (libro + cd musicale), Bompiani, Milano 2009

Il tempo della verità, Mimesis, Milano-Udine 2010

Filosofia. Un’avventura senza fine, Bompiani, Milano 2010

I comandamenti. Santificare la festa (con Stefano Levi della Torre), il Mulino, Bologna 2010

Abitare la soglia. Cinema e filosofia, Mimesis, Milano-Udine 2011

Eros e tragedia, Albo Versorio, Milano 2011

Roberto Escobar

Roberto Escobar, docente Analisi del linguaggio politico nell'Università di Milano e di Dottrina dello Stato nell’Università di Bologna, collabora al Sole 24 Ore come critico cinematografico. Ha ottenuto nel 2001 il premio Ennio Flaiano per la critica cinematografica. Nel suo libro dedicato a Totò tratteggia la personalità del grande attore napoletano, nato nel rione Sanità il 15 febbraio 1898. Nutrita di recitazione spontanea dei vicoli, di follie quotidiane, di umori popolari, di grande tradizione teatrale, la sua maschera esprime il tragico ed il comico, il senso della morte e il trionfo della vita.

 

Bibliografia

Ti racconto un film: per spettatori innamorati e aspiranti critici (Cortina 2007)

La libertà negli occhi (Il Mulino 2006)

Nietzsche politico (M&B Publishing 2003)

Il silenzio dei persecutori, ovvero il coraggio di Sharazàd (Mulino, 2001)

Riflessi nel grande schermo 2001. I grandi film della stagione: le recensioni, le filmografie, i festival, con Paini Luigi (Il Sole 24 Ore Libri 2001)

Riflessi nel grande schermo 2000. I grandi film della stagione: le recensioni, le filmografie, i festival, con Paini Luigi (Il Sole 24 Ore Libri 2000)

Gli anni '90 al cinema. Dizionario dei grandi film (con Paini Luigi), (Cortina 1999)

Totò. Avventure di una marionetta (Il Mulino 1998)

La metamorfosi della paura (Il Mulino 1997)

Nel cerchio magico. Stirner: la politica dalla gerarchia alla reciprocità (Franco Angeli 1986)

Il cinema del Fronte Popolare: Francia 1934-37 (Il Formichiere 1980)

Nietzsche e il tragico (Il Formichiere 1980)

Paolo Fabbri

Paolo Fabbri, docente di Semiotica della Marca presso l'Istituto di Comunicazione dello IULM (Istituto Universitario di Lingue Moderne) di Milano. Docente di Semiotica dei linguaggi specialistici presso la Facoltà di Scienze Politiche, LUISS (Libera Università Internazionale di Studi Sociali) di Roma. Direttore del Laboratorio Internazionale di Semiotica a Venezia (LISAV).

È stato Presidente del corso di laurea DAMS (Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo), Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Bologna.

La sua intensa attività intellettuale, riconosciuta a livello internazionale, riveste campi molteplici: dal linguaggio alle arti, dalla comunicazione alla filosofia, dalla sociologia alla epistemologia.

Ha sviluppato la sua riflessione sulle teorie del linguaggio e sulle pratiche comunicative, interrogandone criticamente i fondamentali modelli epistemologici e filosofici. La sua attenzione al dibattito teorico si accompagna a un'acuta sensibilità di analisi delle forme di comunicazione tipiche della società contemporanea.

 

Bibliografia

Fellinerie. Incursioni semiotiche nell'immaginario di Federico Fellini (Guaraldi, 2011)

Segni del tempo. Un lessico politicamente scorretto (Roma 2004)

Elogio di Babele (Roma 2000)

La svolta semiotica (Roma-Bari 1998)

 

Dirige le riviste:

Quaderni di arte contemporanea, Et al, Milano; La ricerca semiotica, Quaderni Interculturali di Semiotica e Morfologia (CISISM), Università di Urbino

Fiorenzo Facchini

Fiorenzo Facchini (Porretta Terme 1929), docente di Paleontologia Umana all'Università di Bologna, è membro di varie Società scientifiche, fra le quali l’American Association for the Advancement of Science, la New York Academy of Sciences, l’Associazione Antropologica Italiana e ha vinto il Premio internazionale F. Frassetto dell’Accademia dei Lincei per l’Antropologia (2002).

Si è occupato di accrescimento umano, di polimorfismi genetici, di antiche popolazioni, di culture preistoriche, ha partecipato a varie missioni scientifiche in Italia e all’estero e ha organizzato spedizioni nel Kazakhistan (1993) e nel Kirghizistan (1994) per lo studio dell’adattamento umano alle alte quote.

E' autore di oltre 300 pubblicazioni.

Bibliografia

Un ambiente per l’uomo (Dehoniane 2005)

E l’uomo venne sulla terra (San Paolo 2005, a cura di)

Origini dell’uomo ed evoluzione culturale (Jaca Book 2002/2004)

Miti e riti della preistoria (Jaca Book 2000)

Evoluzione umana e cultura (La Scuola 1999)

Il cammino dell’evoluzione umana (Jaca Book 1985/1994)

Premesse per una Paleoantropologia culturale (Jaca Book 1992)

L’uomo. Le origini (Jaca Book 1990)

Maurizio Ferraris

Maurizio Ferraris, nato a Torino nel 1956, dal 1982 al 1984 è stato professore a contratto di Estetica e Poetica alla Facoltà di Lettere dell'Università di Macerata. Nel 1984 ha ottenuto il DEA in Filosofia all'Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi. Dal 1984 al 1988 è stato professore a contratto di Estetica alla Facoltà di Lettere dell'Università di Trieste. Nell'anno accademico 1988-1989 responsable de séminaire al Collège international de Philosophie di Parigi; dal 1988 al 1995 professore associato di Estetica, Università di Trieste, Facoltà di Lettere; nel 1990-1991, Mytag Professor of Comparative Literature, al Colorado College (Colorado Springs). Negli anni 1994-1996 è stato borsista della Alexander von Humboldt-Stiftung, dell'Università di Heidelberg e dal 1995 è professore straordinario di estetica alla Facoltà di Lettere e filosofia dell'Università di Torino.

 

Bibliografia

Tra i suoi libri

Filosofia per dame (Guanda 2011)

Estetica razionale (Cortina 2011)

Ricostruire la decostruzione (Bompiani 2010)

Piangere e ridere davvero (Il melangolo 2009)

Il tunnel delle multe (Einaudi 2008)

Sans papier (Castelvecchi 2007)

Estetica razionale, Milano, 1997

L'immaginazione, Bologna, 1996

Analogon rationis, Milano, 1994

Mimica. Lutto e autobiografia da Agostino a Heidegger, Milano, 1992

La filosofia e lo spirito vivente, Roma-Bari, 1991

Postille a Derrida, Torino, 1990

Nietzsche e la filosofia del Novecento, Milano, 1989

Storia dell'ermeneutica, Milano, 1988

Ermeneutica di Proust, Milano 1987

La svolta testuale, Pavia, 1984

Tracce. Nichilismo, moderno, postmoderno, Milano, 1983

Differenze. La filosofia francese dopo lo strutturalismo, Milano 1981

 

Ferraris è consulente generale (con G.Vattimo e D.Marconi) dell'Enciclopedia Garzanti di Filosofia, nuova edizione, Milano, 1995.

Marcello Fois

Marcello Fois (Nuoro, 20 gennaio 1960) è uno scrittore, commediografo e sceneggiatore italiano.

Nel 1986 si laurea in italianistica presso l'Università di Bologna. Nel 1989 scrive il suo primo romanzo, Ferro Recente che, grazie a Luigi Bernardi della Granata Press, viene pubblicato nel 1992 in una collana di giovani autori italiani, nella quale figurano anche i primi libri di Carlo Lucarelli e Giuseppe Ferrandino.

Oltre che alla narrativa, Fois si dedica anche alla sceneggiatura, sia televisiva (Distretto di polizia, L'ultima frontiera) che cinematografica (Ilaria Alpi. Il più crudele dei giorni), e al teatro. Dal suo racconto Disegno di sangue, pubblicato nel 2005 nell'antologia Crimini, è stato tratto un episodio dell'omonima fiction televisiva, trasmesso nel 2007 da Rai 2.

Collabora con i più importanti quotidiani e periodici nazionali.

Nel poco tempo a disposizione si occupa di promuovere la scrittura e i giovani scrittori.

 

Bibliografia

Tra le sue opere:

Cerimonia (CLUEB, 2000)

Compagnie difficili (con Albert Sánchez Piñol, Literalia, 2000)

Dura madre (Einaudi, 2001)

Piccole storie nere (Einaudi, 2002)

L'altro mondo (Il Maestrale/Frassinelli, 2002)

Materiali (Il Maestrale, 2002; ristampa di vari scritti già editi)

Ilaria Alpi. Il più crudele dei giorni (con Ferdinando Vicentini Orgnani, Frassinelli, 2003)

Tamburini. Cantata per voce sola (Il Maestrale, 2004)

Memoria del vuoto (Einaudi, 2006)

L'ultima volta che sono rinato (Einaudi 2006; poesie)

In Sardegna non c'è il mare. Viaggio nello specifico barbaricino (Laterza 2008)

Stirpe (Einaudi 2009)

Paesaggi d'autore (Diabasis 2010)

Nel tempo di mezzo (Einaudi 2012)

Nadia Fusini

Si è laureata nel 1972 in Lettere e Filosofia all'Università La Sapienza di Roma. Allieva di Agostino Lombardo, ha poi approfondito gli studi sulla letteratura americana all'Università di Harvard, e successivamente sul teatro elisabettiano e Shakespeare presso lo Shakespeare Institute di Birmingham.

 

Ha insegnato Lingua e Letteratura Inglese all'Università di Bari; in seguito è diventata Ordinario di Lingua e Letteratura Inglese presso l'università La Sapienza di Roma, dove ha insegnato Critica Shakespeariana fino al 2008. Attualmente insegna presso l'Istituto Italiano di Scienze Umane (SUM).

 

Ha tradotto e commentato moltissimi autori, tra cui Virginia Woolf, John Keats, Shakespeare, Samuel Beckett, Mary Shelley. Nel 1995 ha vinto il Premio Mondello per la Traduzione di Le onde di Virginia Woolf, edito Feltrinelli; nel 1996 ha ottenuto il Premio Achille Marazza, sezione Traduzione, per Aurore d'autunno di Wallace Stevens, edito Garzanti.

 

Si è occupata dei temi dell'identità e del femminile.

 

Dal maggio 2003 al dicembre 2005 ha diretto il Centro Interuniversitario di Ricerca Fenomenologia e Arte (CIRFA). È docente dell'Istituto Freudiano. Dirige la collana Piccola Biblioteca Shakespeariana presso l'editore Bulzoni di Roma. Collabora alle pagine culturali de La Repubblica.

 

Bibliografia

tra le sue opere:

Uomini e donne. Una fratellanza inquieta ( Donzelli, 1995);

La bocca più di tutto mi piaceva (Donzelli, 1996);

Nomi. Dieci scritture femminili (Donzelli, 1996);

Lo specchio di Elisabetta (Mondadori, 2004);

Donne fatali. Ofelia, Desdemona (Cleopatra, Bulzoni, 2005);

Possiedo la mia anima. Il segreto di Virginia Woolf (Mondadori, 2006);

L'amore necessario (Mondadori 2008)

Di vita si muore : lo spettacolo delle passioni nel teatro di Shakespeare (Mondadori, 2010)

La figlia del sole : vita ardente di Katherine Mansfield (Mondadori, 2012)

Nomi : undici scritture femminili : Anna Maria Ortese, Karen Blixen, Emily Dickinson, Virginia Woolf, Gertrude Stein, Charlotte e Emily Brontë, Mary Shelley, Marguerite Yourcenar, Elizabeth Bishop, Marianne Moore (Donzelli, 2012)

Umberto Galimberti

Umberto Galimberti (Monza, 2 maggio 1942) è un filosofo, psicoanalista e docente universitario italiano.

 

E' stato insegnante di filosofia della storia e di psicologia dinamica dal 1999 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Ha insegnato inoltre filosofia morale.

Dopo aver compiuto studi di filosofia e di psicologia, ha tradotto alcune opere di Jaspers (di cui è stato allievo durante i suoi soggiorni in Germania) e Heidegger a cui ha dedicato tre opere.

Si è inoltre occupato di Antropologia filosofica e Psicologia analitica.

 

Ha collaborato con Il Sole 24 Ore dal 1987 al 1995, e successivamente con La Repubblica sia con editoriali su temi d’attualità sia con approfondimenti di carattere culturale. Cura inoltre la rubrica epistolare di “D, La Repubblica delle Donne”, inserto settimanale de La Repubblica.

 

 

Bibliografia

Cristianesimo : la religione dal cielo vuoto (Feltrinelli, 2012)

Il viandante della filosofia (Aliberti, 2011)

Senza l'amore, la profezia è morta : il prete oggi (Cittadella, 2010)

I miti del nostro tempo (Feltrinelli 2009)

Il segreto della domanda (Apogeo 2008)

L'ospite inquietante (Feltrinelli 2007)

La casa di psiche (Feltrinelli 2005)

Le cose dell'amore (Feltrinelli 2004)

I vizi capitali e i nuovi vizi (Feltrinelli 2003)

Orme del sacro (Feltrinelli 2000)

 

L'editore Feltrinelli ha iniziato la pubblicazione delle sue Opere

Aldo Giorgio Gargani

Aldo Giorgio Gargani, nato a Genova, si è laureato in Filosofia alla "Scuola Normale Superiore" di Pisa, ha studiato all'Università di Oxford, al "Queen's College". E' professore ordinario di Storia della Filosofia Moderna e Contemporanea all'Università di Pisa. E' stato Gast Professor all'Università di Vienna. E' membro del Wissenschaftskolleg di Berlino, della Österreichische Ludwig Wittgenstein Gesellschaft (Austria), del Collège International de Philosophie di Parigi. A. G. Gargani ha svolto ricerche su un vasto orizzonte di temi, argomenti e tendenze della cultura filosofica, scientifica e letteraria moderna e contemporanea. E' autore di un ampio numero di pubblicazioni, tra volumi e saggi, molti dei quali tradotti in Inghilterra, Stati Uniti, Francia, Austria, Germania, Spagna, Portogallo, Argentina. Ha conseguito premi per la saggistica con il volume Sguardo e destino (Laterza) e con L'altra Storia (Il Saggiatore).

 

Bibliografia

Hobbes e la scienza (Einaudi)

Introduzione a Wittgenstein (Laterza)

Il sapere senza fondamenti (Einaudi)

Lo stupore e il caso (Laterza)

Sguardo e destino (Laterza)

Stili di analisi (Feltrinelli)

Il coraggio di essere. Saggio sulla cultura mitteleuropea (Laterza)

Il filtro creativo (Laterza)

Wittgenstein, Dalla verità al senso della verità (PLUS, Università degli Studi di Pisa)

Giulio Giorello

Nato a Milano nel 1945, si è laureato in filosofia nel 1968 e in matematica nel 1971.

Ha insegnato in facoltà di Ingegneria (Pavia), Lettere e filosofia (Milano), Scienze (Catania).

Attualmente è titolare della cattedra di Filosofia della scienza all'Università degli Studi di Milano.

Dalle prime ricerche in filosofia e storia della matematica, i suoi interessi si sono ampliati verso le tematiche del cambiamento scientifico e delle relazioni tra scienza, etica e politica.

Attualmente è Presidente della Società Italiana di Logica e Filosofia delle Scienze (SILFS).

Collabora con il Corriere della Sera.

 

Bibliografia

Di nessuna chiesa (Raffaello Cortina 2005)

Prometeo, Ulisse, Gilgameš (Raffaello Cortina 2004)

Pierre de Fermat (Le scienze 2001)

La filosofia della scienza nel XX secolo (Laterza 1995), insieme con C. Sinigaglia

Filosofia della scienza (Jaca Book 1992), insieme con D. Gillies

Mariangela Gualtieri

Mariangela Gualtieri, è nata a Cesena nel 1951. Si è laureata in architettura all’IUAV di Venezia. Nel 1983 ha fondato, insieme al regista Cesare Ronconi, il Teatro Valdoca di cui è drammaturga. Fin dall’inizio ha curato la consegna orale della poesia, dedicando piena attenzione all’apparato di amplificazione della voce e al sodalizio fra verso poetico e musica dal vivo.

 

Come non amare la scrittura di Mariangela Gualtieri, la registrazione rapsodica e, a tratti, delirante, della sua emotività tagliente, del suo flusso emotivo corrosivo, della sua coscienza pura, verginale, volta a cogliere le limpide corrispondenze tra l’essenza dei suoi stati d’animo e il mondo che attorno le si agita.

L’ interesse, poi, si accresce se si considera la destinazione teatrale delle sue costruzioni in versi: gli spettacoli sono frutto dell’agitarsi perpetuo della creatività visionaria e dirompente della scrittrice, le costruzioni delle scene e le azioni degli attori acquistano sostanza grazie la parola sorgiva e istintiva della stessa.

 

 

Bibliografia

Ha pubblicato alcune raccolte di versi:

Antenata (Crocetti 1992)

Fuoco centrale (Einaudi 2003)

Senza polvere senza peso (Einaudi, 2006)

Paesaggio con fratello rotto (Sossella, 2007)

Bestia di gioia (Einaudi 2010)

Caino (Einaudi 2011)

Marco Guzzi

 

Marco Guzzi (Roma, 1955) è un poeta, saggista, conduttore radiofonico e filosofo italiano.

Laureato in Giurisprudenza e in Filosofia, ha proseguito i suoi studi a Friburgo e a Bonn.

 

Dal 1985 ha condotto alcune delle principali trasmissioni di dialogo con il pubblico di RadioRAI, tra cui Dentro la sera, 3131 e Sognando il giorno. Dirige i seminari del Centro Internazionale Eugenio Montale. Dal 1998 ha sospeso le sue attività radiotelevisive per dedicarsi interamente alla propria integrazione interiore, anche a causa del progressivo degrado della qualità dei programmi RAI. Da questo lavoro è emerso il progetto di dare vita ad alcuni gruppi di autotrasformazione, in cui sperimentare in comunione con altri le fasi del processo di liberazione psicologica e spirituale che per molti anni era stata delineata sul piano teorico. Un passo ulteriore dunque “fuori dal coro”, per stare però ancor più dentro la storia reale e non solo virtuale degli uomini.

 

 

 

Bibliografia

Tra le sue pubblicazioni:

Buone notizie : spunti per una vita nuova (Messagero, 2013)

Dalla fine all'inizio (Paoline, 2011)

Yoga e preghiera cristiana (Paoline 2009)

La nuova umanità (Paoline 2005)

Nella mia storia Dio (Passigli 2005)

Darsi pace (Paoline 2004)

Preparativi alla vita terrena (Passigli,2002)

La profezia dei poeti (Moretti&Vitali 2002)

Cristo e la Nuova Era (Paoline 2000)

Elena Liotta

Elena Liotta, nata a Buenos Aires nel 1950, vissuta prima all'estero e poi a Roma, da 12 anni risiede a Orvieto.

Dopo una prima laurea in Lettere (Orientalistica) ne ha conseguito una seconda in Psicologia, intraprendendo la professione di psicoterapeuta – come psicologa analista junghiana – e svolgendo attività culturale nel suo campo con aperture interdisciplinari.

Parallelamente ha sempre svolto l'attività di docente di materie psicologiche per istituzioni accademiche straniere e italiane.

E' stata assessore alle politiche sociali presso il Comune di Orvieto per il quale continua a svolgere un ruolo di consulenza e progettazione nel settore socio-educativo.

E' socia fondatrice del Paricenter for New Learning, associazione culturale diretta dal fisico inglese David Peat.

E' impegnata nel movimento per la pace e in quello interreligioso, nella tutela dell'ambiente e nel sostegno alle minoranze.

Ha scritto vari articoli, saggi e libri di carattere psicologico, alcuni dedicati anche ad un pubblico non specialistico.

 

Bibliografia

Su Anima e Terra. Ambiente, migrazione e psicologia analitica (Magi 2005)

Le ragioni della speranza in tempi di caos (La Piccola Editrice 2004)

Le solitudini nella società globale (La Piccola Editrice 2003)

Educare al Sé (Magi 2001)

Vuoti d'aria (poesie, Ripostes 1998)

Romano Madera

Romano Madera, attualmente professore straordinario di filosofia morale e di pratiche filosofiche presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Milano Bicocca, è stato professore di filosofia delle scienze sociali all’università della Calabria (1977-82) e di antropologia filosofica all’Università di Venezia (1982-2001).

E’ membro ordinario dell’AIPA e della IAAP, rispettivamente l’associazione italiana e l’associazione internazionale della psicologia analitica di scuola junghiana, e del LAI, associazione per lo studio e l’applicazione nella psicologia analitica del Gioco della Sabbia.

E’ redattore della Rivista di Psicologia Analitica.

 

Bibliografia

Il nudo piacere di vivere (Mondadori 2006)

La filosofia come stile di vita. Introduzione alle pratiche filosofiche (Mondadori 2003) (con L.V.Tarca).

L’animale visionario (Il Saggiatore 1999)

C.G.Jung. Biografia e teoria (Mondadori 1998)

L’alchimia ribelle (Palomar 1997)

Dio il Mondo (Coliseum 1989)

Identità e feticismo (Mozzi 1977)

Vito Mancuso

Vito Mancuso (Carate Brianza 1962) è un teologo italiano, è stato docente di Teologia moderna e contemporanea presso la Facoltà di Filosofia dell’Università San Raffaele di Milano dal 2004 al 2011. I suoi scritti hanno suscitato notevole attenzione da parte del pubblico, in particolare L’anima e il suo destino (Raffaello Cortina, 2007), un bestseller da oltre centomila copie con traduzioni in altre lingue e una poderosa rassegna stampa, radiofonica e televisiva. È oggetto di discussioni e polemiche per le posizioni non sempre allineate con le gerarchie ecclesiastiche, sia in campo etico sia in campo strettamente dogmatico. Dal 2009 è editorialista del quotidiano “la Repubblica”.

 

 

Tra i suoi libri:

Il coraggio di essere liberi (Garzanti, 2016)

Dio e il suo destino (Garzanti, 2015)
Questa vita (Garzanti, 2015)
Io amo : piccola filosofia dell'amore (Garzanti, 2014)
Il principio passione (Garzanti, 2013)
Obbedienza e libertà (Fazi editore, 2012)
Io e Dio (Garzanti, 2011)

Vito Mancuso legge La vita autentica (Emons 2010 – audiolibro)

La vita autentica (Raffaello Cortina, 2009)

Disputa su Dio e dintorni (Mondadori 2009)

L'anima e il suo destino (Cortina 2007)

Michele Mari

Michele Mari nasce a Milano nel 1955. Figlio del designer e artista Enzo Mari, insegna letteratura Italiana all'Università Statale di Milano.  Dal 1990 al 2002 ha assiduamente collaborato alle pagine letterarie del Corriere della Sera e del Manifesto, e a diversi programmi culturali di RadioDue e RadioTre. Ha curato edizioni di classici antichi e moderni. Suoi “fumetti” degli anni 1971-75 tratti da Ariosto, Foscolo e Calvino sono stati pubblicati dall’editore Portofranco (I sepolcri illustrati, 2000) e sulla rivista “Il Caffè Illustrato” fra il 2000 e il 2004. Nel 2007 è uscito il suo primo libro di poesie.

 

Bibliografia

Di bestia in bestia (Longanesi1989), premio Berto 1989.
Io venìa pien d'angoscia a rimirarti (Longanesi 1990), premio Bergamo 1990, premio Selezione Campiello 1990.
Euridice aveva un cane (Bompiani 1993), premio Settembrini 1993.
Tu, sanguinosa infanzia (Mondadori 1997), premio Chiara 1997, premio Palmi 1997.
Rondini sul filo (Mondadori 1999), premio Vittorini 1999, premio Procida - Elsa Morante 1999.
Tutto il ferro della torre Eiffel (Einaudi 2002), premio Bagutta 2002, premio Bari 2002.
Cento poesie d'amore a Ladyhawke (Einaudi 2007), premio Pisa 2007, premio Tassoni 2007, premio La Ginestra 2007.
Verderame(Einaudi 2007), premio Grinzane 2007, premio Chianti 2007.
Rosso Floyd(Einaudi 2010), premio Frignano 2010, premio Procida - Elsa Morante 2010.

Gianfranco Marrone

Gianfranco Marrone (Palermo, 1959), è professore ordinario di Semiotica nell'Università di Palermo.
Delegato del Rettore allo sviluppo e al coordinamento delle attività di comunicazione dell'Ateneo, dirige il Master europeo di secondo livello sulla Cultura e la comunicazione del gusto.
Fa parte del Consiglio scientifico e del Collegio dei docenti del Dottorato SUM in Semiotica, presso l’Università di Bologna. Insegna Semiotica della percezione e dell'alimentazione nell'Università delle scienze gastronomiche di Pollenzo.

Giornalista pubblicista, collabora a diversi quotidiani e riviste. Scrive su "doppiozero" e "Alfabeta2". Dirige l’e-journal “E/C”, rivista dell’Associazione italiana di studi semiotici; fa parte del Comitato scientifico delle riviste Versus, Carte semiotiche, Lexia, Nouveaux Actes Sémiotiques, LId'O. Con Paolo Fabbri dirige la collana "Insegne" presso l'editore Mimesis di Milano, e sta nel comitato scientifico di diverse collezioni editoriali. Svolge ricerche qualitative sulla comunicazione di brand per enti pubblici e aziende private.

Lavora nel campo della sociosemiotica, occupandosi di tematiche legate alla spazialità urbana, al cibo e all’alimentazione, ai media, alla politica, alla pubblicità, al giornalismo. È interessato al rapporto tra semiotica, estetica, sensorialità e corpo. Si occupa di comunicazione, estetica, teoria e analisi letteraria dal punto di vista della filosofia del linguaggio e della teoria della significazione.

Tra i suoi scritti:
Il discorso di marca. Modelli semiotici per il branding (Laterza, 2007)
L'invenzione del testo. Una nuova critica della cultura (Laterza, 2010)
Addio alla Natura (Einaudi, 2011)
Introduzione alla semiotica del testo (Laterza, 2011)
Stupidità (Bompiani, 2012).

Antonio Melis

Antonio Melis (Vignola 1942) è ordinario di Lingue e Letterature Ispanoamericane presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Siena. Professore onorario dell'Università di Nacional Mayor San Marcos di Lima, direttore dell'Anuario Mariateguiano, membro della fondazione del comitato di redazione della Revista de Crítica Literaria Latinoamericana, è coordinatore del progetto di ricerca "Verso un nuovo canone della letteratura ispanoamericana" con la partecipazione di prestigiose Università italiane. A partire dallo studio di alcune figure centrali dell'esperienza letteraria contemporanea come José Carlos Mariátegui, César Vallejo e José María Arguedas, la sua ricerca si è andata orientando progressivamente verso le radici precoloniali e coloniali della cultura andina. Accanto a questo filone centrale sono state condotte ricerche sull'area antillana, in particolare con lavori su José Martí e Fernando Ortiz. Lo studio delle culture indigene americane è stato sviluppato in direzione del rapporto tra oralità e scrittura e in riferimento alla problematica ecologica. Ha pubblicato saggi monografici su Pablo Neruda, Federico García Lorca ed Ernesto Che Guevara.

 

Bibliografia

Jorge Luis Borges, Prologhi con un prologo ai prologhi (Adelphi 2005)

Jorge Luis Borges, Finzioni (Adelphi 2003)

Antonio Cisneros, Le immense domande celesti (1964-1992) (Pagliai Polistampa 2003)

Alejandro Romualdo, Né pane né circo (Fahrenheit 451 2002)

Jorge Luis Borges, Discussione (Adelphi 2002)

Luca Mercalli

Luca Mercalli (Torino 1966), climatologo, si occupa principalmente di ricerca sulla storia del clima e dei ghiacciai delle Alpi occidentali. Dopo un periodo di servizio presso l'Ufficio Agrometeorologico della Regione Piemonte, ha assunto la presidenza della Società Meteorologica Italiana Onlus, la maggiore associazione nazionale del settore delle scienze dell'atmosfera.

Ha fondato e dirige dal 1993 la rivista di meteorologia Nimbus.

Autore di 80 pubblicazioni scientifiche e di oltre 600 articoli di divulgazione comparsi principalmente sul quotidiano La Repubblica e su varie riviste (Alp, L'Alpe, Rivista della Montagna), ha presentato circa 350 conferenze, in Italia e all'estero, e numerosi interventi televisivi.

E' responsabile dell'Osservatorio Meteorologico del Real Collegio Carlo Alberto di Moncalieri fondato nel 1865. Nel 2003 ha coordinato l'edizione dell'Atlante climatico della Valle d'Aosta. Nel 2004, con prefazione di Fabio Fazio, ha pubblicato per Vivalda CDA I tempi sono maturi, per SMS un volume-denuncia Le mucche non mangiano cemento e nel 2005 la monografia Climi, acque e ghiacciai tra Gran Paradiso e Canavese. Il suo poco "tempo libero" è dedicato alla lettura ed alle escursioni in montagna. Produce ogni sorta di verdure nel suo orto, si scalda con stufe a legna e pannelli solari, non ama la confusione delle grandi città rifugge dai SUV e dai fitness center.

 

Bibliografia

Climi, acque e ghiacciai tra Gran Paradiso e Canavese (SMS, 2005)

I tempi sono maturi (Vivalda, 2004)

Le mucche non mangiano cemento (SMS)

Salvatore Natoli

Salvatore Natoli è nato a Patti (Me) il 18 settembre 1942, è un accademico e filosofo italiano.

Già docente di Logica presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Venezia e di Filosofia della Politica presso la facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Milano, attualmente insegna Filosofia Teoretica presso l'Università di Milano-Bicocca.

Attento alla ricostruzione delle linee fondamentali del progetto moderno, ha rivolto la sua attenzione al senso del divino nell'epoca della tecnica e alla possibilità di un'etica che sappia confrontarsi con il rapporto tra felicità e virtù e con gli aspetti della corporeità e del sacro sottovalutati dal razionalismo classico.

Recentemente si è occupato della relazione tra linguaggio ed etica.

Ha collaborato a molte riviste, tra cui Prospettive settanta, Il centauro, Democrazia e diritto, Religione e società, Leggere, Bailamme e Metaxù.

 

 

 

Bibliografia

Tra i suoi libri:

Perseveranza (Il mulino, 2014)

Dolore (Il margine, 2013)

Educazione alla felicità (Aliberti, 2012)

Non ti farai idolo né immagine (Il mulino, 2011)

Nietzsche e il teatro della filosofia (Feltrinelli, 2011)

L’edificazione di sé. Istruzioni sulla vita interiore (Laterza 2010)

Il buon uso del mondo: agire nell'età del rischio (Mondadori 2010)

Il crollo del mondo: apocalisse ed escatologia (Morcelliana 2009)

La mia filosofia. Forme del mondo e saggezza del vivere (ETS 2008)

L'attimo fuggente e la stabilità del bene (EdUP 2007)

La salvezza senza fede (Feltrinelli 2007)

Guida alla formazione del carattere (Morcelliana 2006)

La verità in gioco. Scritti su Foucault (Feltrinelli 2005)

Parole della filosofia o dell'arte di meditare (Feltrinelli 2004)

Il cristianesimo di un non credente (Qiqajon 2002)

Edoardo Nesi

Edoardo Nesi è nato a Prato nel 1964.

Ha scritto e diretto il film Fughe da fermo, ha tradotto le 1433 pagine di Infinite Jest di David F. Wallace e ha gestito l'azienda tessile di famiglia.

 

Bibliografia

Ha pubblicato i romanzi:

Fughe da fermo (Bompiani 1995)

Ride con gli angeli (Bompiani 1996)

Rebecca (Bompiani 1999)

Figli delle stelle (Bompiani 2001)

L'età dell'oro (Bompiani 2004)

Per sempre (Bompiani 2007)

Storia della mia gente (Bompiani overlook 2010)

Piergiorgio Odifreddi

Piergiorgio Odifreddi è nato a Cuneo nel 1950. Si è laureato in Matematica a Torino nel 1973; si è specializzato presso le Università dell’Illinois e della California. È stato Visiting Professor presso numerose Università, in Cina, Australia, Unione Sovietica. Dal 1983 è professore associato presso l’Università di Torino e dal 1985 Visiting Professor presso l’Università di Cornell (Stati Uniti).

Il suo lavoro scientifico è rivolto alla logica matematica e in particolare alla teoria della calcolabilità, che studia potenzialità e limitazioni dei calcolatori. Il suo lavoro divulgativo esplora le connessioni tra la matematica e le scienze umane, dalla letteratura alla pittura, dalla musica agli scacchi.

Ha vinto il premio Galileo 1998 per la divulgazione scientifica e collabora a numerose riviste e alla trasmissione radiofonica Lampi.

 

Bibliografia


Piergiorgio Odifreddi racconta Pitagora, Euclide e la nascita del pensiero scientifico (Espresso, 2012)

Piergiorgio Odifreddi racconta Gödel e Turing : la nascita del computer e la società dell'informazione (Espresso, 2012)

Piergiorgio Odifreddi racconta Isaac Newton : la gravità, la luce e i colori del mondo(Espresso, 2012)

Caro Papa, ti scrivo : un matematico ateo a confronto con il papa teologo (Mondadori, 2011)

Una via di fuga : il grande racconto della geometria moderna (Mondadori, 2011)

C'è spazio per tutti : il grande racconto della geometria (Mondadori, 2010)

In principio era Darwin : la vita, il pensiero, il dibattito sull'evoluzionismo (Longanesi, 2009)

Hai vinto, Galileo! : la vita, il pensiero, il dibattito su scienza e fede (Mondadori, 2009)

Perché non possiamo essere cristiani : (e meno che mai cattolici) (Longanesi, 2007)

La scienza espresso (Einaudi 2006)

Incontri con menti straordinarie (Longanesi 2006)

Il matematico impertinente (Longanesi 2005)

Il vangelo secondo la scienza. Le religioni alla prova del nove (Einaudi, 2005)

Penna, pennello e bacchetta. Le tre invidie del matematico (Laterza, 2005)

Le menzogne di Ulisse. L'avventura della logica da Platone ad Amartya Sen (Longanesi 2004)

Anna Oliverio Ferraris

Anna Oliverio Ferraris è nata a Biella, ha studiato a Milano e a Torino, dove si è laureata e successivamente specializzata in Psicologia. Dal 1980 è professore ordinario di Psicologia dell'età evolutiva presso l'Università degli studi di Roma "La Sapienza". Psicologa e psicoterapeuta, si occupa di psicologia dello sviluppo, delle radici sociali e culturali dei vari aspetti del comportamento individuale, del rapporto delle giovani generazioni con le tecnologie della comunicazione. Collabora con riviste di psicologia e altre scienze umane, e con alcuni quotidiani e settimanali.

 

Bibliografia

Arrivano i nonni! (Milano 2005)

Non solo amore. I bisogni psicologici dei bambini (Firenze 2005)

Prova con una storia (Milano 2005)

Dai figli non si divorzia (Milano 2005)

Le età della mente (Milano 2004)

La forza d'animo (Milano 2003)

Capire il comportamento (con A. Oliverio), (Bologna 2003)

Il cammino dell'adozione (Milano 2002)

Pedofilia: per saperne di più (con B. Graziosi), (Roma e Bari 2001)

Il mondo delle scienze sociali (con A. Oliverio), (Bologna 2000)

Le domande dei bambini (Milano 2000)

Ernesto Olivero

Ernesto Olivero, nato nel 1940, originario di Pandola di Mercato San Severino, non è un prete né un religioso. È marito, padre di tre figli, nonno e bancario in pensione. È sempre stato innamorato di Dio, ma a un certo punto della sua vita ha deciso di dedicargli tutto il suo tempo e tutto se stesso. La sua esistenza ne è stata ribaltata, si è impegnato a fianco dei poveri e degli emarginati, e il primo regalo sono stati gli amici che lo circondano e lo sostengono.

Così sono nati il Sermig nel 1964 (Servizio Missionario Giovani), che ha sede, dal 1983, nel vecchio Arsenale Militare di Torino, chiamato ora "Arsenale della Pace", e l'Arsenale della Speranza a San Paolo del Brasile, mille missioni di pace in tanti paesi del mondo, l'amicizia con il Papa e con Madre Teresa che, assieme ad altri, lo ha proposto come Premio Nobel per la Pace.

È Medaglia d'Oro al Merito Civile per il servizio verso gli ultimi. Il Papa gli ha affidato l'incarico di essere "amico fedele" di tutti i bambini abbandonati nel mondo.

 

Bibliografia

La gioia di rispondere sì. La regola del Sermig (Portalupi 2004)

Aprimi gli occhi. Pensieri senza tempo sulla strada di Dio (San Paolo Edizioni 2004)

Dio dirige il mio cuore (Mondadori 2003)

Carolpapa (Mondadori 2002)

Dialoghi con Norberto Bobbio (Mondadori 2001)

Il lungo cammino verso Dio (Mondadori 1999)

Meditazione per il nuovo millennio (Mondadori 1998)

Non bussate è già aperto (Mondadori 1998)

Maurizio Pallante

Maurizio Pallante (Roma, 1947) è un eretico e un irregolare della cultura. Laureato in lettere,si occupa di economia ecologica e tecnologie ambientali.

Principalmente attivo come saggista ed esperto di risparmio energetico, nel 2007 ha fondato il Movimento per la Decrescita Felice, un’Associazione nata sui temi della demitizzazione dello sviluppo fine a se stesso. Il movimento, chiaramente ispirato alla decrescita teorizzata da Nicholas Georgescu-Roegen, fondatore della bioeconomia, parte dal presupposto che la correlazione tra crescita economica e benessere non sia necessariamente positiva, ma che esistano situazioni frequenti in cui ad un aumento del Prodotto interno lordo (PIL) si riscontra una diminuzione della qualità della vita.

E' fondatore del sito decrescitafelice.it

 

Tra i molti libri pubblicati:

Monasteri del terzo millennio - Torino : Lindau, 2013

Meno e meglio : decrescere per progredire - Milano : Bruno Mondadori, 2011

La decrescita felice : la qualità della vita non dipende dal PIL - Roma : Editori riuniti, 2005

Giangiorgio Pasqualotto

Giangiorgio Pasqualotto (Vicenza 1946) insegna Estetica e Storia della filosofia presso la Facoltà di Lettere e filosofia dell'Università di Padova e Filosofia delle culture al Master di Studi interculturali della medesima. Nel 1993 ha contribuito a fondare a Venezia l'Associazione Maitreya per lo studio della cultura buddhista. Dopo essersi occupato della Scuola di Francoforte e di Nietzsche, negli ultimi vent'anni si è dedicato allo studio del Taoismo filosofico e del Buddhismo.

Tra i maggiori conoscitori del pensiero zen, il suo interesse si muove nell'ambito di una filosofia comparata, ossia di una ricerca volta ad approfondire le corrispondenze tra pensiero d'Oriente e pensiero d'Occidente.

 

Bibliografia

Dieci lezioni sul Buddhismo (Marsilio 2008)

Figure di pensiero: opere e simboli nelle culture d'Oriente (Marsilio 2007)

Il buddhismo. I sentieri di una religione millenaria (Mondadori 2003)

East & West. Identità e dialogo interculturale (Marsilio 2003)

Yohaku. Forme di ascesi nell'esperienza estetica orientale (Esedra 2001)

Illuminismo e illuminazione. La ragione occidentale e gli insegnamenti del Buddha (Donzelli 1997)

Estetica del vuoto. Arte e meditazione nelle culture d'Oriente (Marsilio 1992)

Il Tao della filosofia (Pratiche 1989)

Quirino Principe

Quirino Principe, accademico di Santa Cecilia, è nato a Gorizia nel 1935 e insegna Filosofia della Musica nell'Università di Roma Tre. Ha tradotto molti autori tedeschi (Jünger, Horkheimer, Jaspers, Arendt, oltre all'integrale delle 300 Cantate di J.S. Bach), inglesi, francesi. Ha tradotto inoltre circa 1500 fra Lieder e melòloghi da varie lingue originali. E' lo storico e originario curatore dell'edizione italiana del Signore degli anelli di J.R.R. Tolkien. Per la sua attività di traduttore è stato insignito, nel 1991, del Premio Internazionale "Ervino Pocar".

E' autore di una ventina di testi teatrali con musica, e ha sovente assunto, in essi ma anche in testi teatrali classici, il ruolo di attore protagonista. E' stato consigliere d'amministrazione del Teatro alla Scala (1993-1997), e attualmente ricopre questa carica presso i "Pomeriggi Musicali" e la Casa di Riposo "Giuseppe Verdi" di Milano. E' consigliere dell'Istituto per gli Incontri Culturali Mitteleuropei di Gorizia. Per la sua attività culturale ha ricevuto nel 1996 dal Presidente della Repubblica d'Austria la Croce d'Onore di Prima Classe per meriti artistici e scientifici.

 

Bibliografia

L'opera tedesca 1830-1918 (2004)

Strauss (1989, 2004)

Riccardo Muti (2003)

Mahler (1983, 2002)

Gianandrea Gavazzeni alla Scala (2001)

La musica a Milano nel Novecento (1996)

I quartetti per archi di Beethoven (1993)

"La sonnambula" di Vincenzo Bellini (1991)

Manuale di idee per la scuola (1977, Premio Sibari 1978 per la saggistica)

Il rombo del motore (1974)

La rivelazione incompiuta (1974)

Il libro dei cinque sentieri (poesie, 1973, Premio Sebeto 1974)

Vita e morte della scuola (1970)

I potenti della letteratura (1970)

Lidia Ravera

Lidia Ravera, nata a Torino, vive e lavora a Roma.

E' scrittrice, giornalista, sceneggiatrice. Attualmente tiene una rubrica su Io donna, femminile del Corriere della Sera, collabora a Sette, il settimanale dello stesso quotidiano, a l'Unità e alle riviste Micromega, Gente Viaggi, Donna Moderna, Per me.

Presso l'università privata americana "John Cabot" di Roma ha tenuto dei corsi di creative writing, che insegna tuttora.

Il suo primo libro, Porci con le ali, è stato il caso letterario italiano degli anni '70. Tradotto in molti paesi, tra i quali il Giappone, è stato best seller in Germania.

Molte le sceneggiature per il cinema e la televisione: il suo primo film, tratto dal romanzo Porci con le ali, è diretto da P. Pietrangeli. Seguono Ammazzare il tempo, di M. Rafele, e Oggetti smarriti, di G. Bertolucci. Tra i film per la televisione La ciociara, con Sophia Loren, prodotto da C. Ponti e diretto da D. Risi, e la serie televisiva Una vita in gioco, diretta da F. Giraldi e G. Bertolucci, che ha meritato il Premio Umbriafiction per la migliore sceneggiatura.

 

Bibliografia

In fondo, a sinistra... (Melampo 2005)

Il freddo dentro (Rizzoli 2003)

La festa è finita (Mondadori 2002)

Né giovani né vecchi (Mondadori 2000)

Maledetta gioventù (Mondadori 1999)

Nessuno al suo posto (Mondadori 1998)

Sorelle (Mondadori 1995)

Voi grandi (Theoria 1990)

Per funghi (Theoria 1987)

Se lo dico perdo l'America (Rizzoli 1987)

Bagna i fiori e aspettami (Rizzoli 1985) vincitore del Premio "Milano narrativa"

Bambino mio (Bompiani 1979)

Ammazzare il tempo (Mondadori 1978)

Claudio Rise'

Claudio Risè (Milano, 1939) è uno scrittore, giornalista e professore universitario italiano. È stato fino al 2008 docente di Psicologia dell'Educazione alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Milano, e precedentemente di Sociologia della comunicazione e dei processi culturali alla Facoltà di Scienze dell'Università dell'Insubria, e di polemologia al Corso di Laurea in Scienze Diplomatiche della Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di trieste. Ha scritto numerosi saggi sulla psicologia del maschile, sulla figura del padre e sull'importanza del suo ruolo nella società, oltre a svariati libri su temi di psicologia sociale ed educativa. Giornalista professionista, collabora tra l'altro a il Giornale, l'Avvenire e il Mattino, inoltre ha regolari rubriche su Il mattino (Pensieri e Passioni), e Io Donna-Corriere della sera.

 

 

 

Bibliografia

 

Guarda, tocca, vivi (Sperling & Kupfer 2011)

La crisi del dono: la nascita e il no alla vita (San Paolo 2009)

Il selvatico; il padre; il dono (Libuk 2006)

Il padre. L'assente inaccettabile (San Paolo 2003)

Michele Serra Errante

Nato a Roma nel 1954, è cresciuto a Milano dove la famiglia si trasferì nel 1959.

A vent'anni comincia a dedicarsi al giornalismo lavorando per l'Unità, dove svolgerà prima il ruolo di redattore poi di inviato, collaborando anche ad altre testate come Panorama, L'Espresso, Epoca, Linus, Tango, dedicandosi alla scrittura satirica.

Nel 1989, dopo la chiusura di Tango, il direttore Massimo D'Alema gli chiede di progettare e dirigere un secondo inserto satirico e culturale. Nasce Cuore, che per due anni resta all'interno dell'Unità e poi, dal 1991, diventa un settimanale autonomo.

Lascia la direzione nel 1994, per festeggiare i suoi quarant'anni e per dedicare più tempo alla scrittura.

Attualmente collabora con Repubblica.

 

Bibliografia

Tutti i santi giorni (2006)

Il giro del mondo in 80 film: il cinema dell'intercultura (Il Castoro 2003)

Cerimonie (racconti, Feltrinelli 2002)

Canzoni politiche (poesie, Feltrinelli 2000)

Che tempo che fa (raccolta di corsivi, Feltrinelli 1999)

Il ragazzo mucca (romanzo, Feltrinelli 1997)

Poetastro (poesie, Feltrinelli 1993)

44 falsi (raccolta di falsi d'autore, Feltrinelli 1991)

Tutti al mare (reportage di viaggio, Feltrinelli 1990)

Il nuovo che avanza (racconti, Feltrinelli 1989)

Carlo Sini

Carlo Sini, nato a Bologna nel 1933, e' uno dei piu' famosi filisofi italiani, noto anche al grande pubblico come brillante conferenziere e socratico maestro.

Attualmente e' ordinario di Filosofia Teoretica all’Universita' Statale di Milano, dove e' stato allievo di Enzo Paci.

E’ socio corrispondente della Accademia Nazionale dei Lincei, membro dell’Institut de Philosophie di Parigi, corrispondente per l’Italia dell’“Archivio Husserl” di Lovanio.

Da molti anni fa parte del Direttivo Nazionale della Societa' Filosofica Italiana.

E’ stato tra i fondatori dell’Internazionale Collegium Phaenomenologicum di Perugia.

E’ stato presidente della Facolta' di Lettere e Filosofia dell’Universita' di Milano.

Condirettore della rivista di filosofia e cultura “Paradosso”, dirige inoltre varie collane di Filosofia (Jaca Book, Egea, ecc.).

Membro del Comitato scientifico di riviste culturali italiane e straniere, e' anche membro del comitato scientifico del Centro Interuniversitario di Studi sull’Etica e del Comitato etico dell’Istituto per lo studio e la cura dei Tumori di Milano.

La ricerca di Sini ha preso le mosse dallo studio della filosofia greca e dalla metodologia di Hegel e Husserl, estendendosi al pragmatismo di Peirce e Mead, allo strutturalismo di Foucault, per approdare a Nietzsche, Heiddegger e alla riflessione sul linguaggio di Wittgenstein, dedicando un rilevante approccio teorico ai legami tra filosofia e scrittura.

Negli ultimi anni si e' dedicato a un’ampia sistemazione “enciclopedica” del sapere filosofico.

 

Bibliografia

Tra le sue opere:

Inizio (Jaca book, 2016)

Enzo Paci : il filosofo e la vita (Feltrinelli, 2015)

Incontri : vie dell'errore, vie della verità (Milano : Jaca book, 2013)

Il sapere dei segni : filosofia e semiotica (Jaca book, 2012)

Del viver bene (Jaka Book 2011)

Etica della scrittura (Mimesis 2009)

L'uomo, la macchina, l'automa (Bollati 2009)

Eracle al bivio: semiotica e filosofia (Bollati Boringhieri 2007)

Il gioco del silenzio (Mondadori 2006)

 

 

Ricordiamo inoltre i cinque volumi di Figure dell'enciclopedia filosofica "Transito Verita' " (Jaca Book 2004-2005, che costituiscono la summa del suo pensiero)

Walter Siti

«Mi chiamo Walter Siti, come tutti. Campione di mediocrità. Le mie reazioni sono standard, la mia diversità è di massa»

 

Walter Siti (Modena, 20 maggio 1947) è un critico letterario, saggista e scrittore italiano.

Formatosi alla Scuola Normale Superiore di Pisa, ha insegnato nelle Università di Pisa, Cosenza, L'Aquila, e attualmente è in pensione.

Ha pubblicato due volumi di critica letteraria; ha pubblicato inoltre su varie riviste italiane e straniere («Nuovi argomenti», «Paragone», «Rivista di letteratura italiana» e altre) saggi su Montale, Penna, Pierpaolo Pasolini e sulla poesia italiana contemporanea. È il curatore delle opere complete di Pasolini per la collana editoriale "I Meridiani", della Mondadori.

 

A partire dagli anni '90 ha cominciato a pubblicare anche romanzi, in cui la visione della realtà sociale spesso si sublima, e viene filtrata, da storie d'amore omosessuale. Nel 2007 è stato finalista del premio letterario Premio Bergamo; nel 2009 ha vinto il premio letterario Dedalus.

Dal novembre del 2008 tiene sulla "Stampa" di Torino una rubrica di televisione intitolata "La finestra sul niente".

Nel 2012 è nel cast del programma di Italia 1 La Scimmia come preside.

Nel 2013 vince il Premio Strega con il romanzo Resistere non serve a niente edito da Rizzoli.

 

Bibliografia:

Il realismo è l’impossibile, Roma, Nottetempo, 2013

Resistere non serve a niente, Milano, Rizzoli, 2012

Autopsia dell'ossessione, Milano, Mondadori, 2010

Il canto del diavolo, Milano, Rizzoli, 2009

Il contagio, Milano, Mondadori, 2008

Troppi paradisi, Torino, Einaudi, 2006

Andrea Tagliapietra

Andrea Tagliapietra (Venezia 1962) è professore ordinario di storia della filosofia all’Università San Raffaele di Milano dove insegna Ermeneutica filosofica, storia delle idee e storia della filosofia moderna e contemporanea.

Allievo di Emanuele Severino, fonde nelle sue ricerche un’indagine storico filosofica sul pensiero greco e cristiano, con un’attenzione a temi contemporanei legati al mondo delle immagini e della comunicazione. Ha curato, per Feltrinelli e Bruno Mondadori edizioni importanti: L'Apocalisse, raccolte di scritti sull’Illuminismo e sul tema della “Catastrofe”; opere di Platone, Gioacchino da Fiore, Kant, Benjamin Constant. Ha collaborato a Il Gazzettino e Capital. È condirettore della rivista internazionale di filosofia Giornale critico di storia delle idee. Nel 2004 con La virtù crudele (Einaudi) ha vinto il premio Viareggio per la saggistica.

 

Bibliografia

Tra i suoi libri più recenti:

Filosofia della bugia (Bruno Mondadori 2008),

La metafora dello specchio (Bollati Boringhieri 2008),

Il dono del filosofo (Einaudi 2009) 

Icone della fine (Il Mulino 2010)

Sincerità (Milano : R. Cortina, 2012)

Enzo Tiezzi

Nato a Siena nel 1938, ordinario di Chimica Fisica all'Università di Siena, ha dato contributi nel campo della Risonanza magnetica e della Chimica fisica ambientale.

E' autore di oltre 300 pubblicazioni (la maggior parte delle quali su riviste scientifiche inglesi e americane).

Membro dell'Editorial Advisory Board di "Ecological Economics" e di "Ecological Modelling", medaglia d'oro della Società Chimica Italiana, divisione Chimica Ambientale (2002), negli ultimi anni si è occupato attivamente di problemi energetici e ambientali, dedicandosi in particolare allo studio della produzione di energia da biomasse.

 

Bibliografia

The End of Time (WIT 2002)

The Essence of Time (WIT 2002)

Tempi storici tempi biologici. Vent'anni dopo (Donzelli 2001)

I venti e la rotta (Polistampa 2000) con Renzo Cassigol

Che cos'è lo sviluppo sostenibile? (Donzelli 1999) con Nadia Marchettini

La bellezza e la scienza (Cortina 1998)

Chimica Fisica per le Scienze Ambientali (ETAS 1996) con Camillo Dejak, Demetrio Pitea e Claudio Rossi

Fermare il Tempo (Raffaello Cortina, 1996), prefazione del premio Nobel professor Ilya Prigogine

L'equilibrio (Cuen 1995)

Ecologia e.... (a cura di) (Laterza 1995)

Il capitombolo di Ulisse (Feltrinelli 1991)

Tempi storici, tempi biologici (Garzanti 1984)

Salvatore Veca

Salvatore Veca è professore di Filosofia politica presso l'Università di Pavia. Ha posto al centro dei suoi interessi i fondamenti normativi e descrittivi di una teoria della cittadinanza e della giustizia sociale, contribuendo a rinnovare la cultura civile fondata sui princìpi di pluralismo e tolleranza.

 

Bibliografia

Il giardino delle idee (Milano 2004)

La bellezza e gli oppressi (Milano 2002)

La penultima parola e altri enigmi (Roma-Bari 2001)

La filosofia politica (Roma-Bari 1998)

Della lealtà civile (Milano 1998)

Dell'incertezza (Milano 1997)

Giustizia e liberalismo politico (Milano 1996)

Cittadinanza (Milano 1990)

Walter Veltroni

Walter Veltroni (Roma, 3 luglio 1955) è un politico, giornalista e scrittore italiano. E' stato direttore dell'Unità, vicepresidente del Consiglio, sindaco di Roma, segretario del Partito democratico e candidato premier alle elezioni politiche del 2008.

 

Oltre ad alcuni libri sulla televisione e sul cinema, ha pubblicato:

E se noi domani : l'Italia e la sinistra che vorrei (Rizzoli, 2013)

L'isola e le rose (Rizzoli, 2012)

L'inizio del buio (Rizzoli, 2011)

Quando cade l'acrobata, entrano i clown : Heysel, l'ultima partita (Einaudi, 2010)

Noi (Rizzoli, 2009)

La scoperta dell'alba (Rizzoli, 2007)

La nuova stagione : contro tutti i conservatorismi (Rizzoli, 2007)

Marcello Veneziani

Marcello Veneziani, nato a Bisceglie nel 1955, vive a Roma.

Laureato in Filosofia, editorialista di vari quotidiani, ha fondato e diretto settimanali, riviste e case editrici, e curato opere di filosofia, storia e cultura politica.

È stato membro del Consiglio di Amministrazione della RAI durante la XIV Legislatura e membro del Consiglio di Amministrazione di Cinecittà. Vive a Roma e affianca alla professione di giornalista e saggista un'«intensa attività di conferenziere». Dal 2016 è editorialista del quotidiano romano Il Tempo.

 

Tra le sue pubblicazioni più recenti:

Alla luce del mito : guardare il mondo con altri occhi (Marsilio, 2017)

Lettera agli italiani : per quelli che vogliono farla finita con questo paese (Marsilio, 2015)

Anima e corpo : viaggio nel cuore della vita (Mondadori, 2014)

Dio, patria e famiglia : dopo il declino (Mondadori, 2012)

Vivere non basta : lettere a Seneca sulla felicità (Mondadori, 2011)

Amor fati : la vita tra caso e destino (Mondadori, 2010)

Sud: un viaggio civile e sentimentale (Mondadori 2009)

Maurizio Viroli

Maurizio Viroli, (Forlì, 1952) studioso di filosofia della politica e di storia del pensiero politico, ha iniziato gli studi accademici in Italia, con la laurea in filosofia all'Università di Bologna e, successivamente, completando il dottorato di ricerca presso l'Istituto Universitario Europeo di Firenze, con una tesi dottorale sul pensiero politico di Rousseau. È professore di Teoria politica all'Università di Princeton e all'Università della Svizzera Italiana a Lugano. Alle pubblicazioni accademiche affianca l'attività saggistica e quella di editorialista per "La Stampa", il "Sole 24 Ore" e "Il Fatto Quotidiano".

 

 

 

Bibliografia

Libertà politica e Virtù civile (Fondazione Agnelli 2004)

Il Dio di Machiavelli e il problema morale dell'Italia (Laterza 2005)

L'Italia dei doveri (Rizzoli 2008)

Come se Dio ci fosse (Einaudi 2009)

La libertà dei servi (Laterza 2010)

Lo scrittore di ricami (Diabasis 2011)

L'intransigente (Laterza, 2012)

Le parole del cittadino : introduzione alla Costituzione (Laterza, 2012)

Scegliere il principe : i consigli di Macchiavelli al cittadino elettore (Laterza, 2013)

Vincenzo Vitiello

Vincenzo Vitiello (Napoli, 26 settembre 1935) è professore di Filosofia teoretica all’Università di Salerno. Studioso dei classici tedeschi (tra cui Hegel, Nietzsche e Heidegger) e interprete dell’essenza del cristianesimo, ha concentrato la sua ricerca sull’interpretazione del tempo e della dialettica, pervenendo all’elaborazione di una teoria ermeneutica fondata sulla reinterpretazione del concetto di spazio.

Più recentemente si è occupato più volte del tema della fede, da un punto di vista laico, collaborando con teologi quali Bruno Forte e Piero Coda. Fondatore della rivista di filosofia Paradosso (di cui è condirettore) con Massimo Cacciari, Sergio Givone e Carlo Sini, collabora all’annuario Filosofia, edito da Laterza, e a numerose altre riviste specialistiche del settore filosofico.

 

Bibliografia

Tra le sue opere:

Topologia del moderno (Genova 1992);

Elogio dello spazio (Milano 1994);

Cristianesimo senza redenzione (Roma-Bari 1995);

La favola di Cadmo (Roma-Bari 1998);

Il Dio possibile (Roma 2002);

Hegel in Italia (Milano 2003);

Dire Dio in segreto (Roma 2005);

Cristianesimo e nichilismo (Brescia 2005);

E pose la tenda in mezzo a noi… (Milano 2007);

Oblio e memoria del sacro (Bergamo : Moretti & Vitali, 2008);

Ripensare il Cristianesimo. De Europa (Torino 2009).

Roberto Volpi

Statistico, ha progettato il Centro nazionale di documentazione e analisi per l'infanzia e l'adolescenza del ministero del Welfare presso l'Istituto degli Innocenti di Firenze ed è impegnato in un progetto di Osservatorio sulla stampa e i minori.

 

Bibliografia

La fine della famiglia (Mondadori 2006)

Liberiamo i bambini (Donzelli 2004)

I bambini inventati (La Nuova Italia 2001)

C'erano una volta i bambini (La Nuova Italia 1998)

Stefano Zamagni

Stefano Zamagni (Rimini, 1943) è professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna (Facoltà di Economia) e Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.

Ex presidente dell'Agenzia per il terzo settore.

Dal 1985 al 2007 ha insegnato Storia dell'analisi economica alla Bocconi di Milano, mentre negli anni ha lavorato anche per la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, sede di Bologna. 

Per l'Università di Bologna ha ricoperto numerosi ruoli, tra cui la presidenza della Facoltà di Economia, impegnandosi negli anni soprattutto negli studi sul mondo del No profit, arrivando all'attivazione di uno specifico corso di Laurea ("Economia delle Imprese Cooperative e delle Organizzazioni Non Profit"). Dal 2001 è Presidente della Commissione Scientifica di AICCON (Associazione Italiana per la promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit e tra gli ideatori delle Giornate di Bertinoro per l'Economia Civile, un momento di approfondimento e dialogo sul ruolo e le attività del Terzo Settore in Italia.

 

 

Tra le sue pubblicazioni:

Per un'economia a misura di persona (Città Nuova, 2012)

Economia ed etica : la crisi e la sfida dell'economia civile (La scuola, 2009)

Avarizia : la passione dell'avere (Il Mulino, 2009)

La cooperazione (Il Mulino, 2008)

L'economia del bene comune (Città Nuova, 2007)

Per una nuova teoria economica della cooperazione (Il Mulino, 2005)

Vittorino Andreoli

Vittorino Andreoli (Verona, 1940) è uno psichiatra e scrittore italiano.

Si laurea in Medicina e Chirurgia all'Università di Padova con una tesi di Patologia Generale. Continua la ricerca sperimentale presso l'Istituto di Farmacologia dell'Università di Milano, dedicandosi interamente all'encefalo ed in particolare alla correlazione tra neurobiologia e comportamento animale e umano. Dopo essersi laureato lavora in Inghilterra all'Università di Cambridge e successivamente negli Stati Uniti.

Il comportamento dell'uomo e la follia diventano ben presto il fulcro dei suoi interessi e ciò determina una svolta nel suo impegno verso la neurologia e successivamente la psichiatria, discipline di cui diventa specialista.

Vittorino Andreoli è ateo ma preferisce definirsi "non credente": cfr. l'intervista di Roberto Carnero sul suo libro "Il Sacerdote" - Rizzoli, Milano, 2008; testo in cui sviluppa estesamente la differenza tra le due posizioni.

Docente di "Psicologia generale" e di "Psicologia della crescita" presso l'Università del Molise negli anni 1998 - 2001. È Membro della New York Academy of Sciences, dell’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere e dell’Accademia di Agricoltura Scienza Lettere e Arti (Verona).

 

Tra le sue pubblicazioni:

L'uomo di superficie (Rizzoli, 2012)

Elogio dell'errore (Bur, 2012)

Il denaro in testa (Rizzoli, 2011)

Requiem (Rizzoli, 2010)

Nuovo genesi (BUR Rizzoli, 2010)

Le nostre paure (Rizzoli, 2010)

Preti : viaggio fra gli uomini del sacro (Piemme, 2009)

La fatica di crescere (Rizzoli, 2009)

Carissimo amico : lettera sulla droga (Rizzoli, 2009)

L'uomo di vetro : la forza della fragilità (Rizzoli, 2008)

La vita digitale (Rizzoli, 2007)

Lettera a un insegnante (Rizzoli, 2006)

Lettera alla tua famiglia (Rizzoli, 2005)

Diego Fusaro

 

Diego Fusaro (Torino, 1983) è ricercatore di Storia della filosofia presso la Facoltà di Filosofia l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Si è occupato di Marx e del pensiero marxista, della tradizione atomistica greca anche nell’ottica della sua ricezione, nonché di filosofie della storia e di teorie della temporalità nella cultura novecentesca.

Dirige la collana filosofica “I Cento Talleri” dell’editrice Il Prato. È l’ideatore e il curatore del sito www.filosofico.net.

 

Tra i suoi libri:

Bentornato Marx! Rinascita di un pensiero rivoluzionario  (Milano 2009); 

Essere senza tempo. Accelerazione della storia e della vita  (Milano 2010);

Minima mercatalia. Filosofia e capitalismo  (Milano 2012);

Coraggio (Milano: Raffaele Cortina, 2012)

Il futuro è nostro. Filosofia dell'azione (Bompiani 2014)

Europa e capitalismo : per riaprire il futuro (Milano: Mimesis, 2015)

Marco Vannini

Marco Vannini è nato nel 1948 a S. Piero a Sieve (Firenze), ed a Firenze ha sempre vissuto. Si è laureato in Filosofia nel 1969 con una tesi sul Wittgenstein metafisico e mistico.

Ha compiuto viaggi e soggiorni di studio in Europa e in altri continenti, a contatto con culture e religioni non cristiane: Israele, Egitto, Giordania, Turchia, India, Sri Lanka, Indonesia, Cina, Tibet.

Ha insegnato per un triennio Storia della filosofia antica nella Università di Firenze e, nel 1998, Storia della Mistica all’Istituto di Scienze Religiose di Trento.

Dal 1997 al 2001 ha diretto la Collana “I Mistici” degli Oscar Mondadori

Ha collaborato con diverse Riviste e periodici – Studi Medievali, Klaros, Kos, Il Margine, Hiram, Vita monastica, Filosofia e Teologia, Religioni e Società, Viàtor, Paradosso, Humanitas, Servitium, Segno, Rivista di Ascetica e Mistica (dal 1982) ecc. - con numerosissimi saggi e recensioni.

 

Marco Vannini si dedica da tempo allo studio della mistica speculativa.

Oltre a Meister Eckhart, di cui ha tradotto ormai, con un lavoro ventennale, quasi l'intera opera, tedesca e latina, ha curato l'edizione italiana della "Teologia mistica di Jean Gerson (Paoline 1992); il "Libretto della vita perfetta" dell'Anonimo Francofortese (New Compton 1994); le "Prefazioni alla Bibbia" di Lutero (Marietti 1997)

 

Tra i suoi principali lavori:

Meister Eckhart e il fondo dell'anima, Città Nuova, 1991;

L'esperienza dello spirito, Augustinus, 1991;

Introduzione a Silesius, Nardini, 1992.

 

Tra le opere piu' recenti:

Oltre il cristianesimo : da Eckhart a Le Saux  (Milano, Bompiani, 2013)

Lessico mistico : le parole della saggezza (Firenze, Le lettere, 2013)

Inchiesta su Maria : la storia vera della fanciulla che divenne mito (con Corrado Augias - Milano : Rizzoli, 2013)

Prego Dio che mi liberi da Dio : la religione come verità e come menzogna (Milano : Bompiani, 2010)

Ivano Dionigi

Ivano Dionigi (Pesaro, 20 febbraio 1948) è un latinista italiano.

 

Precedentemente professore ordinario di letteratura Latina, è attualmente Magnifico Rettore dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna; è altresì un membro dell'Accademia delle Scienze di Bologna e del Centro Studi Ciceroniani. Il 10 novembre 2012 viene nominato da Benedetto XVI presidente della neonata Pontificia Accademia di Latinità.

La sua ricerca è orientata su versanti molteplici: romano e greco, pagano e cristiano, classico e umanistico, latino e italiano, antico e moderno. L'indagine sui testi, sollecitata all'inizio da interessi prevalentemente concettuali e filosofici (con particolare riguardo a epicureismo e stoicismo), si è successivamente incentrata sul piano linguistico-filologico e critico-testuale, nella consapevolezza e convinzione che ricerca e critica debbano poggiare su un solido fondamento verbale.

Le ricerche più recenti lo vedono impegnato nello studio della fortuna dei classici nella letteratura e nella cultura italiana moderna e contemporanea; in questo ambito, una prospettiva privilegiata è quella delle traduzioni d'autore (in particolare di Lucrezio) e della storia delle idee.

 

Tra le sue pubblicazioni:

Commento a T. Lucrezio Caro, La natura delle cose, Milano 1990.

Verba et res, morfosintassi e lessico del latino (con E. Riganti e L. Morisi), Bari 1997.

Necessità dei classici in AA.VV., Di fronte ai classici, Milano 2002.

Stefano Zecchi

Stefano Zecchi (Venezia, 1947) è ordinario di Estetica all'Università degli Studi di Milano. Attento e sapiente osservatore dei cambiamenti culturali e sociali del nostro paese, riesce a rendere accessibile ai più la materia filosofica, senza scadere nella banalità.

 

Bibliografia

Le promesse della bellezza (2006)

L'uomo è ciò che guarda: televisione e popolo (2005)

Amata per caso (2003)

L'artista armato (1998)

L'incantesimo (1997)

Sensualità (1995, premio Bancarella 1996)

Il brutto e il bello (1995)

Paolo Crepet

Paolo Crepet, insigne psichiatra e sociologo è nato a Torino il 17 settembre 1951.

Nel 1976 ha conseguito lalaurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Padova

Dal 1977 al 1979 ha fatto attività di Medico Ricercatore in un Ospedale psichiatrico di Arezzo ed ha vinto una borsa di studio internazionale bandita della Organizzazione Mondiale della Sanità che lo ha portato a perfezionare i suoi studi in psichiatria a Aarhus (Danimarca), Londra, Oxford e Nottingham (Gran Bretagna), Mannheim (Germania Occidentale), Ginevra (Svizzera), Praga (Cecoslovacchia), Chandigar, New Dehli e Agra (India).

Nel 1980 Crepet ha conseguito laLaurea in Sociologia presso l’Università di Urbino, nel1985 si è specializzato in Psichiatria presso la Clinica Psichiatrica dell'Università di Padova ed ha ricoperto e ricopre cariche importanti nel mondo della ricerca ed applicazione delle cure psichiatriche in Italia ed in Europa.

Crepet che si è occupato e si occupa a fondo dei problemi giovanili, di suicidio, di disoccupazione e di disagio sociale, dal 1989 èstato per alcuni anni professore a contratto di “Psichiatrica Sociale II” presso l’Istituto di Psichiatria e Psicologia Medica della Facoltà di Medicina dell’Università di Napoli ed ha poi proseguitol'attività didattica di Culture e linguaggi giovanili presso il corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell'Università di Siena.

Affiancata all'attività professionale di Psichiatra, di Ricercatore e di Docente, Crepet svolge con successo l'attività di Editorialista e Scrittore, collaborando con "Specchio", “La Stampa” e “Anna”.

http://www.paolocrepet.it/

 

Tra i suoi libri:

Baciami senza rete : buone ragioni per sottrarsi alla seduzione digitale (Mondadori, 2016)

Il caso della donna che smise di mangiare (Einaudi, 2015)

Impara a essere felice (Einaudi, 2013)

Elogio dell'amicizia (Einaudi, 2012)

Un'anima divisa : storia di Sara (Einaudi, 2010)

Sfamiglia : vademecum per un genitore che non si vuole rassegnare (Einaudi, 2009)

A una donna tradita (Einaudi, 2008)

La gioia di educare (Einaudi, 2008)

Sull'amore : innamoramento, gelosia, eros, abbandono : il coraggio dei sentimenti (Einaudi, 2006)

I figli non crescono più (Einaudi, 2005)

Massimo Capaccioli

Massimo Capaccioli, maremmano, è un astrofisico.

Professore emerito all'Università di Napoli Federico II, ha insegnato negli Ateneià di Padova e Napoli, e all'University of Texas in Austin. E' stato per lungo tempo direttore dell'Osservatorio Astronomico di Capodimonte, presidente della Società Astronomica Italiana, presidente generale della Società Nazionale di Scienze Lettere e Arti in Napoli, e membro del CdA dell'Istituto Nazionale di Astrofisica.

Allievo di Gerard de Vaucouleurs, si è occupato principalmente di dinamica ed evoluzione dei sistemi stellari e di cosmologia osservativa, pubblicando circa 500 articoli scientifici, alcuni libri e manuali universitari, anche in forma di e-book. Ha ideato e realizzato nelle Ande cilene un grande telescopio per survey ottiche. Giornalista pubblicista, si è sempre interessato di epistemologia e di storia e divulgazione della scienza. Commendatore della Repubblica per meriti scientifici, è professore onorario dell'Università Statale di Mosca Lomonosov.

Alberto Bagnai

Alberto Bagnai (Firenze, 10 dicembre 1962) è un economista e divulgatore scientifico italiano, saggista, nonché opinionista de il Fatto Quotidiano e il Giornale. Vive a Roma e lavora a Pescara, dove insegna Politica economica ed Economia della globalizzazione all'Università Gabriele D'Annunzio. Collabora con enti di ricerca inglesi, francesi e tedeschi, il che non impedisce ai giornalisti di dipingerlo come antieuropeo.

Nel 2011 ha aperto il seguitissimo blog Goofynomics, avviando un'intensa attività di divulgazione sulla crisi dell'Eurozona.

 

Tra le sue pubblicazioni:

"Il tramonto dell'euro" (Imprimatur, 2012), insignito del Premio Canova di letteratura economica e finanziaria

"L'Italia può farcela : equità, flessibilità, democrazia : strategie per vivere nella globalizzazione" (Il saggiatore, 2014)

 

Alberto Bagnai (Firenze, 10 dicembre 1962) è un economista e divulgatore scientifico italiano, saggista, nonché opinionista de il Fatto Quotidiano e il Giornale. Vive a Roma e lavora a Pescara, dove insegna Politica economica ed Economia della globalizzazione all'Università Gabriele D'Annunzio. Collabora con enti di ricerca inglesi, francesi e tedeschi, il che non impedisce ai giornalisti di dipingerlo come antieuropeo. Nel 2011 ha aperto il seguitissimo blog Goofynomics, avviando un'intensa attività di divulgazione sulla crisi dell'Eurozona. Nel 2012 ha pubblicato Il tramonto dell'euro, insignito del Premio Canova di letteratura economica e finanziaria

Michela Marzano

Michela Marzano nata nel 1970 a Roma, ha studiato all'università di Pisa e alla Scuola Normale Superiore.

Si occupa di Filosofia morale e politica e, in particolar modo, del posto che occupa al giorno d'oggi l'essere umano, in quanto essere carnale. L'analisi della fragilità della condizione umana rappresenta il punto di partenza delle sue ricerche e delle sue riflessioni filosofiche. Nel 2014 vince il premio letterario Bancarella con il volume L'amore è tutto. È tutto ciò che so dell'amore edito da UTET.

 

Tra le sue numerose opere si segnalano:

Sii bella e stai zitta. Perché l'Italia di oggi offende le donne (Mondadori, 2010);

Volevo essere una farfalla (Mondadori, 2011);

Cosa fare delle nostre ferite. La fiducia e l'accettazione dell'altro (Erickson, 2011);

La fine del desiderio: riflessioni sulla pornografia (Mondadori, 2102);

L'amore è tutto. È tutto ciò che so dell'amore (UTET, 2013);

Non seguire il mondo come va. Rabbia, coraggio, speranza e altre emozioni politiche (UTET, 2015)

Roberta De Monticelli

Ha studiato alla Normale di Pisa, dove si è laureata nel 1976 con una tesi su Edmund Husserl. Si è specializzata alle Università di Bonn, Zurigo e alla Oxford University, dove è stata allieva di Michael Dummett e Raymond Klibansky (del Warburg Institute).

Ricopre la cattedra di Filosofia della persona presso la Nuova Facoltà di Filosofia dell’Università Vita Salute San Raffaele di Milano.

 

Ha al suo attivo numerose pubblicazioni di carattere filosofico.

Con Garzanti ha pubblicato: Le preghiere di Ariele, L’ordine del cuore, Le novità di ognuno. Persona e libertà.

Con Raffaello Cortina:La questione morale, 2010; La questione civile, 2011;

con il Gruppo editoriale L’Espresso Roberta De Monticelli racconta Agostino, Tommaso e la filosofia medievale (Capire la filosofia), 2011.

Nel 2015 è prevista l'uscita, con Einaudi, di Il valore e l'indifferenza.

Luigi Zoja

Luigi Zoja (Varese, 19 agosto 1943) è uno psicoanalista italiano.

Laureato in economia, ha compiuto le sue prime ricerche sociologiche nella seconda metà degli anni sessanta. Ha studiato presso il C. G. Jung Institut di Zurigo.Larga parte dei suoi lavori, tradotti in 14 lingue, interpretano vari comportamenti problematici del giorno d'oggi.

 

Tra le sue numerose opere si segnalano:

La morte del prossimo, Torino, Einaudi, 2009 ;

Contro Ismene: considerazioni sulla violenza, Torino, Bollati Boringhieri, 2009 ;

Paranoia, La follia che fa la storia, Torino, Bollati Boringhieri, 2011 ;

Utopie minimaliste, Milano, Chiarelettere, 2013 ;

Psiche, Bollati Boringheri, 2015

Renzo Paris

Renzo Paris è nato a Celano (AQ) nel 1944. Poeta, romanziere e critico, ha tradotto le poesie di Tristan Corbiere e di Guillaume Apollinaire. Tra le sue opere ricordiamo la raccolta di poesie "Album di famiglia", i romanzi "Cani sciolti", "Frecce avvelenate", "La croce tatuata" e "La vita personale", e una biografia di Alberto Moravia.

Ha insegnato letteratura francese nelle Università di Salerno e di Viterbo. Collabora con diversi giornali e riviste, dal Corriere della Sera a Nuovi Argomenti, a Pulp.

Per Elliot sono apparsi la raccolta di poesie "Il fumo bianco" (2013) e il romanzo "Il fenicottero. Vita segreta di Ignazio Silone" (2014), che insieme a "Pasolini ragazzo a vita" (2015) termina la trilogia che Paris ha dedicato ai grandi scrittori del Novecento, iniziata con "Alberto Moravia. Una vita controvoglia" (Castelvecchi, 2013).

Antonio Pascale

Antonio Pascale (Napoli, 1966) è un giornalista e scrittore italiano.

Nato a Napoli, cresce a Caserta e nel 1989 si trasferisce a Roma, dove lavora al Ministero delle Politiche Agricole. Scrive per il teatro e la radio.

Collabora con Il Mattino, Lo Straniero, Limes, Corriere della Sera e con i siti salmone.org e newclear.it. Il suo blog è ospitato dal quotidiano online Il Post.

 

 

Tra le sue opere più recenti:

 

Le aggravanti sentimentali (Einaudi, 2016)

Non scendete a Napoli : controguida appassionata alla città (Rizzoli, 2015)

Le attenuanti sentimentali (Einaudi, 2013)

Pane e pace : il cibo, il progresso, il sapere nostalgico (Chiarelettere, 2012)

Scienza e sentimento (Einaudi, 2008)

S'è fatta ora (Minimum fax, 2006)

Gherardo Colombo

Gherardo Colombo (Briosco, 23 giugno 1946) è entrato in magistratura nel 1974. E stato consulente della Commissione parlamentare di inchiesta sul terrorismo e sulla mafia. Ha condotto e collaborato a inchieste divenute celebri, tra cui la scoperta della Loggia P2, l'omicidio Ambrosoli, i cosiddetti fondi neri dell'IRI, Mani pulite. Dal Marzo 2005 è stato giudice presso la corte di Cassazione. Nel 2007 si è dimesso dalla magistratura per dedicarsi a incontri formativi nelle scuole, dialogando negli anni con migliaia di ragazzi sui temi della giustizia e del rispetto delle regole. E' attuamente presidente della casa editrice Garzanti. Nel 2010 ha fondato l'associzaione sulle regole, punto di riferimento per i dibattito sulla costituzione e legalità.

 

Tra le sue opere piu' recenti:

Lettera a un figlio su Mani pulite (Garzanti, 2015)

Imparare la libertà : il potere dei genitori come leva di democrazia (con Elena Passerini: Salani, 2013)

Il perdono responsabile : perché il carcere non serve a nulla (Ponte alle Grazie, 2013)

Farla franca : la legge è uguale per tutti? (Longanesi, 2012)

Educare alla legalità : suggerimenti pratici e non per genitori e insegnanti (con Anna Sarfatti: Salani, 2011)

Sei Stato tu? : la *Costituzione attraverso le domande dei bambini (con Anna Sarfatti: Salani, 2009)

Silvano Petrosino

Silvano Petrosino (Milano 1955), studioso di filosofia contemporanea, si è occupato prevalentemente dell’opera di M. Heidegger, E. Lévinas e J. Derrida. Oggetto dei suoi studi sono la natura del segno, il rapporto tra razionalità e moralità, l’analisi della struttura dell’esperienza con particolare attenzione al rapporto tra la parola e l’immagine.

Insegna Semiotica presso l’Università Cattolica di Milano.

 

Tra i suoi scritti piu' recenti:

L'idolo : teoria di una tentazione dalla Bibbia a Lacan (Mimesis, 2015)
Le fiabe non raccontano favole : credere nell'esperienza (Il melangolo, 2013)
Soggettività e denaro : logica di un inganno (Jaca book, 2012)
Gianni Vattimo

Gianni Vattimo (Torino 1936) è tra i più noti filosofi italiani, tradotto in varie lingue, oltre che collaboratore di prestigiosi giornali e riviste, a cominciare dalla «Stampa». In diretto contatto con l’opera di Nietzsche, Heidegger e Gadamer, Vattimo ha proposto un’interpretazione dell’ontologia ermeneutica contemporanea che ne accentua il legame con il nichilismo, giungendo alla teoria del “pensiero debole”, inteso come rifiuto di ogni dogmatismo e come modello emancipativo in vista di una società pluralistica.

 

Presso Garzanti ha pubblicato:

Le avventure della differenza (1980, 1988),

La società trasparente (1989, 2000),

La fine della modernità (1985, 1991),

Filosofia al presente (1990),

Credere di credere (1996, 1999),

Dialogo con Nietzsche (2000),

Dopo la cristianità (2002),

La fine della realtà (2012),

Della realtà (2012),

Comunismo ermeneutico (con Santiago Zabala, 2014)

Non essere Dio. Un’autobiografia a quattro mani, con Piergiorgio Paterlini (Ponte alle Grazie, 2015).

Franco La Cecla

Franco La Cecla antropologo e architetto, ha insegnato Antropologia culturale presso lo IUAV di Venezia e l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. È stato professore invitato presso l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales. Si è occupato di antropologia degli spazi architettonici e dei luoghi d’esperienza, nonché di identità di genere e di forme della relazione amorosa. Di recente ha scritto e realizzato film e performance teatrali.

 

Tra i suoi ultimi libri:

Contro l’architettura (Torino 2008);

Il malinteso. Antropologia dell’incontro (Roma-Bari 2009);

Lasciami. Ignoranza dei congedi (Firenze 2009);

Saperci fare. Corpi e autenticità (Milano 2009);

Modi bruschi. Antropologia del maschio (Milano 2010);

Il punto G dell’uomo (Roma 2011);

Una morale per la vita di tutti i giorni (con P. Zanini, Milano 2012);

Lasciarsi. I rituali dell'abbandono nell'era dei social network (Elèuthera, 2014).

Carlo Clericetti

Carlo Clericetti (Roma 1951) è un giornalista economico. Ha lavorato al Messaggero e poi per 25 anni a Repubblica, dove è stato tra i fondatori del supplemento Affari & Finanza divenendone in seguito il responsabile. Passato alle redazioni Internet è stato direttore di due portali (Vivacity e Superabile) e infine ha curato la sezione Economia di Repubblica.it. Attualmente ha un blog su Repubblica.it (http://clericetti.blogautore.repubblica.it), un sito personale (www.carloclericetti.it), dirige la rivista on line Eguaglianza & Libertà (www.eguaglianzaeliberta.it) e fa parte del board della rivista Insight (www.insightweb.it).

 

Nuccio Ordine

NUCCIO ORDINE (Diamante, 18 luglio 1958) è un letterato italiano, professore ordinario di letteratura italiana presso l'Università della Calabria, noto in ambito internazionale per i suoi vivaci interessi per la filosofia italiana e gli studi su Giordano Bruno e sul Rinascimento. Il Presidente della Repubblica lo ha nominato Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana. Collabora alle pagine culturali del Corriere della Sera e a Sette. I suoi libri sono stati tradotti in numerose lingue tra cui cinese, giapponese e russo.

 

Tra le sue numerose opere si segnalano:

La cabala dell'asino. Asinità e conoscenza in Giordano Bruno (Liguori, 1996)

L'utilità dell'inutile. Manifesto. Con un saggio di Abraham Flexner (Bompiani, 2013)

Classici per la vita - Una piccola biblioteca ideale (La nave di Teseo, 2016)

Franco Cardini

FRANCO CARDINI (Firenze, 5 agosto 1940), storico saggista e blogger italiano. E' professore emerito di Storia medioevale all'Istituto Italiano di Scienze Umane e Sociali/Scuola Normale Superiore. Da oltre un trentennio si occupa di crociate, di pellegrinaggi e di rapporti tra la cristianità e l’Islam. Ha lavorato e viaggiato a lungo in Terra Santa. Dice Cardini: «Lo storico è parente del detective e del clinico: ha dinanzi segni, indizi, sintomi; deve trovar delle prove e formulare delle diagnosi».

 

Numerosissime le sue pubblicazioni di cui si segnalano le più recenti:

L’ipocrisia dell’Occidente (Laterza, 2015);

Andare per le Gerusalemme d’Italia ( Il Mulino, 2015);

Un uomo di nome Francesco (Mondadori, 2015);

Samarcanda, un sogno color turchese (Il Mulino, 2016).

Giulio Guidorizzi

GIULIO GUIDORIZZI (Bergamo, 1948) grecista, traduttore, studioso di mitologia classica e di antropologia del mondo antico è professore ordinario di Letteratura Greca presso l’Università di Torino. Autore di manuali per la scuola, di letteratura e di storia, è condirettore della rivista Studi Italiani di Filologia Classica (con Alessandro Barchiesi).

 

Tra le sue opere si segnalano:

Letteratura Greca (2003);

Il Mito di Edipo (con Maurizio Bettini, 2004);

I confini dell'anima - I Greci e la follia (2010);

Corpi gloriosi - Eroi greci e santi cristiani (con Mariateresa Fumagalli Beonio Brocchieri, 2012);

Il compagno dell'anima - I Greci e il sogno (premio Viareggio-Répaci 2013 per la saggistica);

La trama segreta del mondo(2015);

Io, Agamennone (2016).

Nicola Mai

Sociologo, etnologo e documentarista, Nicola Mai lavora come Professore di Sociologia presso l’ Università di Kingston (Londra), nel Regno Unito. I sui saggi e film analizzano le esperienze e rappresentazioni dei migranti che lavorano nell’industria de sesso. Attraverso documentari sperimentali e progetti di ricerca originali il suo lavoro sfida il modo in cui la relazione fra migrazione e prostituzione é compresa e rappresentata dalle istituzioni e dalle organizzazioni umanitarie prevalentemente in termini di tratta alla luce della complessità delle esperienze di sfruttamento e realizzazione dei migranti. Da Ottobre 2016, Nicola Mai dirige un progetto di ricerca (SEXHUM) finanziato dal Consiglio Europeo della Ricerca (ERC), che analizzerà per 4 anni l’impatto dele politiche ed interventi anti-tratta in Australia, Francia, Nuova Zelanda e negli Stati Uniti.